Dopo le indiscrezioni delle scorse settimane, arriva adesso l'ufficialità: Nick Mason, storico batterista dei Pink Floyd, ha annunciato le date del tour italiano, che toccherà il nostro paese con ben cinque appuntamenti nel mese di luglio.

Il tour italiano di Nick Mason

Queste le date e le location, i biglietti saranno disponibili per l'acquisto a partire da lunedì 11 febbraio dalle ore 10.00 sul circuito di Ticketone:

  • 8 luglio,Chieti, Summer Festival
  • 14 luglio, Ravenna, Ravenna Festival (Pala De André
  • 16 luglio, Roma, Rock in Roma (Auditorium Parco della Musica, Cavea)
  • 17 luglio, Perugia (Umbria Jazz, Arena Santa Giuliana)
  • 18 luglio, Brescia (Piazza della Loggia)

Saranno molte le occasioni per assistere alla musica dei Pink Floyd, specialmente nel periodo di Syd Barrett: il live infatti dovrebbe comprendere canzoni estratte dai primi dischi della band, a partire dalla loro prima registrazione in studio The Piper At The Gates of Dawn e il secondo album A Saucerful Of Secrets, ovvero il momento più psichedelico del gruppo.

Pubblicità

Ma non mancheranno anche estratti dal disco Meddle, altro grande successo del gruppo.

La band di accompagnamento del batterista dei Pink Floyd, i Nick Mason's Saucerful of Secrets, è formata, oltre che da lui, dal bassista Guy Pratt, dai chitarristi Gary Kemp e Lee Harris, dal tastierista Dom Boken. Per Mason è un ritorno in Italia dopo il concerto tenuto a Milano alcuni mesi fa, a settembre, presso il Teatro degli Arcimboldi.

Nick Mason come artista

Da sempre tra i più convinti sostenitori di una reunion dei Pink Floyd, che includerebbe il ritorno e la riappacificazione tra Roger Waters e David Gilmour, Nick Mason ha partecipato nella sua lunga carriera a tutte le registrazioni del gruppo, dai primi singoli d'esordio fino agli album della consacrazione e anche nel periodo difficile successivo alla pubblicazione di The Wall del 1979, quando gli attriti portarono all'uscita di Roger Waters dalla band.

Recentemente Mason, col progetto dei Saucerful of Secrets, ha voluto rendere omaggio alla musica di Barrett e il progetto, ben più di una semplice cover band, è un modo per rivisitare i vecchi successi dei Pink Floyd, e accontentare quindi i fan che chiedono, a gran voce ma senza successo, una storica reunion.

E sempre a proposito di Barrett, recentemente Mason ha detto la sua su Syd, sottolineando come la band all'epoca dell'allontanamento di Barrett, fosse ancora immatura e non pronta. E nel corso di quell'intervista ha anche detto la sua su quelli che sono i brani preferiti del primo periodo dei Pink Floyd: tra questi spicca Bike, un brano ossessivo, ma che è riuscito a conquistare il batterista.

Pubblicità