Ligabue sta portando nelle principali città italiane il suo 'Start tour 2019' che lo riporta sul parco dopo i problemi di salute e alle corde vocali avuti nel 2017.

Questa è già una bellissima notizia considerando anche che il cantante di Correggio è molto amato, ma le notizie non sono finite infatti questo tour 2019 non sta portando grande soddisfazione a Ligabue ed al suo team di lavoro.

La prima tappa, tenutosi venerdì 14 giugno a Bari, non ha decretato un inizio trionfale del ritorno sul palco di uno dei rocker più amati in Italia, come si pensava.

Come sottolineano molti quotidiani e anche il noto Tg satirico Striscia la notizia, il flop della vendita dei biglietti è stato evidente e l'organizzazione ha fatto quanto possibile per limitare i danni.

Il flop e l'ammissione di Luciano Ligabue

Un inizio, quindi, non proprio dei migliori per lo 'Start Tour 2019' che accompagnerà Ligabue in tutta Italia: già fatte le date di Bari e Messina mentre si continuerà con Pescara, Firenze, Milano, Torino, Bologna, Padova e Roma.

La data di Messina, così come la prima di Bari, non ha registrato il sold out. Messina ha ospitato il rocker presso lo stadio San Filippo dove erano presenti 15.000 persone a cantare con Ligabue i celebri brani del suo repertorio (da 'Certe notti' a 'Piccola stella senza cielo') ed all'interno dello stadio sono stati allestiti ben sette maxischermi lunghi 58 metri e profondi 20.

Allo stadio San Nicola di Bari erano invece presenti circa 30.000 spettatori mentre la struttura ne può contenere 50.000: questo significa che sono stati venduti poco più della metà dei biglietti e che lo stadio aveva parecchi posti vuoti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità Concerti E Music Festival

Per limitare l'effetto visivo della 'mancanza' di pubblico in alcune aree, gli organizzatori del concerto hanno, quindi, deciso di spostare tutta la struttura dello show nell'area di porta sotto la curva, oltre la metà del campo. Il risultato di questo cambiamento (deciso a pochissime ore dall'avvio del tour e della prima data) è stato che le tribune numerate est e ovest sono state chiuse (perché, di fatto, sarebbe rimaste quasi 'dietro' al palco) e chi ha acquistato il biglietto lì è stato postato in altri settori.

Come riportano alcuni fan l'avviso dello spostamento è stato inviato tramite mail e, quindi, non tutti hanno pensato di controllare le mail poco prima del concerto per poter intuire il 'problema'.

Del fatto, dopo le polemiche, si è occupato anche il diretto interessato, ovvero Luciano Ligabue, tramite la sua pagina Facebook. Il cantante ha ammesso (cosa ammirevole di questi tempi in cui si rincorre il sold out a tutti i costi) che, in effetti, in alcuni stadi l'affluenza di pubblico è stata inferiore alle aspettative ed alle previsioni dell'agenzia ma sottolinea anche che il concerto in sé è andato molto bene e che Bari ha espresso molta 'energia, passione e bellezza'.

Il rocker di Correggio ricorda anche la paura del 2017 di non poter più tornare a cantare e la soddisfazione di sentire la sua voce a pieno regime anche se sommersa, fortunatamente, da quella dei fan. "

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto