Una piattaforma creata a seguito del progetto "Words4link - scritture migranti per l'integrazione", pensata e ideata al fine di promuovere e diffondere buone pratiche e nuovi modelli di integrazione. La scrittura come strumento di coinvolgimento attivo, per dare modo agli autori di far conoscere le proprie opere.

Il progetto Words4link ha visto la partecipazione di numerosi partner, individuati a seguito di una attenta valutazione da parte del Centro studi e ricerche IDOS che, dopo aver mappato le realtà affini alla tipologia progettuale, ha provveduto a contattarli.

Autori, editori e figure operanti nel settore sono stati chiamati a compilare un form, contenente informazioni utili confluite nel sito.

I partner e i perché del progetto

Tra gli aderenti al progetto ci sono: la Cooperativa sociale Lai-momo, l'ACM (Associazione culturale Mediterraneo), Razzismo brutta storia, Le Rèseau, l'associazione Eks&Tra e la BJCEM (Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe et de la Mediterranèe), insieme per far conoscere una produzione letteraria ancora troppo poco conosciuta.

La scrittura viene vista come agente di cambiamento dell'immaginario collettivo nei confronti dei migranti, dei pregiudizi e dei preconcetti che ruotano attorno alle loro vite, per catturare l'opinione pubblica con notizie di valenza sociale che facciano emergere gli aspetti di un arricchimento derivante dalla giusta valutazione e dalla corretta promozione delle risorse provenienti dai vari Paesi terzi.

Gli obiettivi

La piattaforma Words4link si propone di dare visibilità sia a tutti gli autori e le autrici nati in Italia, ma di origine straniera, che provenienti da Paesi non comunitari, purché attivi nell'ambiato della scrittura.

Poesia, prosa, saggistica o articoli giornalistici: il progetto include ognuna di queste tipologie, e si rivolge anche a tutti gli enti, le associazioni e tutte quelle realtà operanti nel mondo dell'editoria, che abbiano nella propria mission, la diffusione e la divulgazione delle scritture migranti.

A chi è rivolto

I soggetti interessati, di origine straniera, non dovranno essere necessariamente già affermati, così da consentire anche agli autori emergenti di far conoscere le proprie opere e le proprie caratteristiche di scrittura. Il progetto tuttavia non è rivolto solo alle persone fisiche, ma anche a tutti gli enti, alle associazioni e alle realtà operanti nel settore editoria, e attivi nella promozione e nella diffusione di scritture migranti.

Gli aderenti entreranno nella mappatura avviata nel mese di aprile, che andrà a concludersi nel mese di agosto 2019: a partire da tale data, sarà liberamente consultabile nella sezione ricerca della piattaforma.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!