Parent Love, la prima rassegna artistica, culturale e sociale itinerante a sostegno di Parent Project Aps, ideata e diretta dalla scrittrice e designer di occhiali Debora Scalzo, è stata presentata da quest'ultima a Blasting News nel corso di un'intervista leggera ma importante. La manifestazione punta ad aiutare le persone colpite dalla sindrome di Duchenne e Becker e le loro famiglie.

Debora Scalzo: 'Questo è solo l'inizio di una magica avventura'

Cos'è Parent Love?

Parent Love è la prima rassegna artistica culturale sociale e itinerante, ideata e diretta artisticamente da me, in sostegno di Parent Project Aps, associazione nazionale di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker, di cui sono madrina e testimonial italiana.

Una rassegna importante che ho voluto fortemente, che unisce la cultura al sociale per tutta la durata della stagione artistica. Stagione artistica che partirà da ottobre 2020 sino a maggio 2021, presso il Teatro Ambra di Alessandria, difatti per la prima rassegna partiamo dal Piemonte, ed essendo itinerante, spero vivamente di portarla in giro per l'Italia. Ci sarà un'anteprima di 4 spettacoli ad aprile e maggio 2020 e sono orgogliosa nel poter dire che sul palco ci saranno nomi illustri, da artisti di cinema, Tv, alla moda, lo sport, editoria e musica.

Avremo due eventi importanti, il primo nel mese di novembre 2020, poiché sarà il mese dedicato alla donna, con il nostro Parent Woman per dire "stop alla violenza sulle donne", mentre a febbraio 2021, sarà il mese dedicato alle stelle dello sport con Parent Sport, 4 sabati, 2 grandi sportivi a settimana, che racconteranno la loro carriera e interagiranno con il pubblico. Una rassegna vicina al pubblico, che porterà tanto divertimento e contribuirà a sostenere un'associazione importante come Parent Project.

Verranno devoluti, per ogni biglietto d'artista venduto, 2 euro all'associazione per poter aiutare tutti i bambini affetti da questa patologia. I bambini sono la nostra gioia, il nostro futuro.

Perché è importante partecipare alle iniziative e come farlo?

È importante partecipare perché, acquistando il biglietto del proprio artista del cuore, non solo si è felici nel poterlo vedere, ascoltare live, ma si contribuisce sin da subito al sostenimento di Parent Project, poiché in automatico verranno devoluti 2 euro all'associazione.

Quindi, chi partecipa non si fa un doppio regalo, ma un grande regalo, aiutare i bambini affetti da questa patologia, aiutare questi grandi genitori con i Centri di Ascolto e contribuendo alla ricerca scientifica per poter raddoppiare l'aspettativa di vita dei giovani pazienti.

Quali sono le esigenze primarie che hanno i genitori e parenti di persone colpite dalla Sindrome di Duchenne e Becker?

Parent Project nasce negli Stati Uniti per volontà di genitori con figli affetti da distrofia muscolare.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

In Italia, l'associazione arriva nel 1996 per volontà del Dottor Buccella, e lavora per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine dei bambini affetti dalla patologia attraverso la ricerca, l'educazione, la formazione e la sensibilizzazione. Gli obiettivi di fondo che hanno fatto crescere l'associazione fino ad oggi sono quelli di affiancare e sostenere le famiglie attraverso una rete di Centri di Ascolto, promuovere e finanziare la ricerca scientifica e sviluppare un network collaborativo in grado di condividere e diffondere informazioni chiavi.

"Parent" significa "famiglia", è un progetto di famiglia per la famiglia ed io con la mia rassegna Parent Love aggiungo che la famiglia è amore, quindi quale luogo migliore se non quello di portare a teatro tante famiglie per amore, per altre famiglie. Il mio motto è "Tutti insieme per amore, tutti insieme per la Duchenne". Ringrazio di cuore il presidente di Parent Project Italia, Luca Genovese, tutta l'associazione e le famiglie per aver sposato il progetto. Ho la fortuna di fare un lavoro importante e questa mia grande fortuna voglio donarla ad una grande associazione che porto nel mio cuore, sostenendo la ricerca.

Questo è solo l'inizio di questa magica avventura.

Come può ognuno di noi, nel suo piccolo, dare un aiuto concreto anche a chi direttamente ha questa patologia?

Invito tutte le persone che mi seguono e che ci leggono a visitare il sito di Parent Project (parentproject.it) e le pagine ufficiali social su Facebook, Instagram e Twitter. Sono tantissime le iniziative per poter sostenere l'associazione e le famiglie.

Quanto è importante il ruolo di una professionista conosciuta come te?

Sicuramente l'essere seguita da molti giovani mi dà una grande carica, io amo infinitamente i giovani. Aver creato un progetto importante dedicato al sociale mi rende orgogliosa, mi rende orgogliosa poter portare a teatro i ragazzi, le scuole, le famiglie e poter contribuire al sostenimento di una grande associazione e poter aiutare i bambini affetti da questa patologia e le loro famiglie.

L'essere conosciuta mi fa piacere, perché chi mi conosce, mi conosce per il lavoro che svolgo con tanto amore, passione, dedizione e sacrificio, ma la cosa che mi rende grata è quello di poter avere sul palco grandi artisti che hanno sposato il mio progetto. Fare del bene, fa bene. Donare il proprio tempo, la propria arte alle persone meno fortunate deve essere d'esempio per tutti. Il sorriso di un bambino è il miglior successo per una artista. E aggiungo che, con il mio lavoro, mi piace il fatto di essere conosciuta come una donna che ce l'ha fatta perché ci ha sempre creduto, un simbolo di forza e di volontà, un esempio di donna guerriera che ha lottato tanto ma si è realizzata.

E il mio essere guerriera mi ha portato a volere fortemente questa rassegna. D'altronde, il mio motto ormai conosciutissimo è questo: "Chi sogna vive ama e crea. Chi sogna può arrivare ovunque". E con Parent Love arriveremo ovunque.

Vuoi aggiungerci qualche sorpresa?

Posso solo dire che Parent Love è l'inizio di una grande avventura, in sostegno di Parent Project. Prossimamente ci saranno davvero grandi sorprese, piene di emozioni forti, ma non posso dire nulla di più, vi invito a seguirci e a venire a teatro. Inoltre, ci tengo di cuore a ringraziare Parent Project Italia, il Teatro Ambra di Alessandria e Dlf, tutte le persone che collaboreranno tra staff, management artistico, gli sponsor, le forze dell'ordine e soprattutto i miei due favolosi coordinatori artistici: Roberto Cuccu e Angelo Ficociello.

Sono due persone care, nonché uomini stupendi che stimo e ammiro da sempre per la loro devozione nel lavoro che svolgono, per il loro coraggio e impegno.

Segui la nostra pagina Facebook!