Occhi verdi e sorriso vivace, Matteo Andrea Barbaria nasce il 14 febbraio 1997 a Monza. Studia economia e management all’Università, ma inizia a ritagliarsi uno spazio nel mondo del Cinema. Proprio nell’agosto 2016 Matteo ha modo di vivere il suo sogno approdando sul set della terza stagione della serie Disney ‘Alex & Co’ per interpretare il ruolo di un bullo. A quel punto inizia a prendere parte a diversi spot pubblicitari, serie tv e film. Il ragazzo, infatti, entra nel cast di ‘Amici come prima’, ‘Aquile randagie’ e ‘Gli anni Amari’, interpretando il ruolo di Ruggero. Non si conosce molto della vita di Matteo ed è per questo che Blasting News ha deciso di contattarlo per un’intervista.

L’intervista a Matteo

Ciao Matteo, studi economia all’Università ma sognavi di diventare attore.

Com’è nata questa passione per la recitazione?

Fin da bambino ho sempre avuto questo sogno nel cassetto. Sono un grande appassionato di film e serie tv. Inizialmente, i miei genitori erano un po’ contro quest’idea, ma una volta terminato il liceo ho deciso comunque di provare a entrare nel mondo del cinema, pur proseguendo i miei studi. Meglio tenere più porte aperte. Quindi, ho iniziato a studiare economia in Università e in contemporanea ho cominciato a studiare anche recitazione a Milano. Poi mi si è presentata l’opportunità di fare un provino per Disney Channel. Stavano cercando un ragazzo che sapesse giocare a basket per una serie tv, e così ho ottenuto il ruolo di un bullo che sfidava uno dei protagonisti della serie.

Questa è stata la prima volta in cui ho recitato dietro a una telecamera.

Che impressione ti ha fatto la tua prima volta sul set?

È stata da brividi! Quando sono salito in macchina per tornare a casa, la prima cosa che ho fatto è stata telefonare a mia madre con le lacrime agli occhi per dirle che questa era la mia strada e che mi sentivo finalmente nel posto giusto.

Mia madre ovviamente si è un po’ preoccupata, visto che avevo appena iniziato l’università. Devo dire che quest’esperienza sul set è stata davvero da pelle d’oca, mi sentivo al settimo cielo.

Dalla tv sei passato al grande schermo, recitando in ‘Amici come prima’, ‘Aquile randagie’ e ‘Gli anni amari’.

Raccontaci un po’ quali ruoli hai interpretato

‘Gli anni amari’ di Andrea Adriatico è un film che racconta la vita di Mario Mieli, in cui ho interpretato il ruolo di Ruggero. Nonostante ciò, sono ancora gli inizi della mia carriera, e dunque sto con i piedi per terra e continuo a studiare recitazione per migliorarmi e crescere professionalmente. Ho ancora una strada lunghissima da percorrere, ma so bene dove voglio arrivare. E non mi voglio di certo fermare.

Per quale regista noto ti piacerebbe lavorare?

In Italia ci sono tanti registi con cui mi piacerebbe lavorare, quindi direi Garrone, Muccino, Virzì, Pupi Avati, Stefano Sollima, Veronesi… Mi piace molto Gabriele Mainetti di cui ho amato ’Lo chiamavano Jeeg Robot’, che considero una perla assoluta.

Penso che il livello del cinema italiano stia crescendo tantissimo negli ultimi anni. In Italia ci sono tanti bellissimi film che meritano di essere visti, e questo rappresenta per me un enorme stimolo per cercare di migliorare sempre di più dal punto di vista professionale. Sono molto contento che il cinema italiano stia andando in una direzione positiva.

Per quanto riguarda il panorama cinematografico oltreoceano, c’è qualcuno che ti ispira? O qualche attore italiano che è riuscito ad approdare all’estero e che incontra il tuo gusto?

Penso che recitare oltreoceano sia il sogno nel cassetto di ogni attore, e diversi ce l’hanno fatta a realizzarlo. Infatti, anche Favino, che ha appena vinto il David di Donatello come miglior attore protagonista, ha fatto diversi lavori all’estero.

Attori oltreoceano che sono una costante fonte d’ispirazione, sono Matt Damon, Leonardo Di Caprio, Tom Hanks, Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Ryan Gosling, e potrei stare qui ore a nominarne altri.

Hai qualche progetto in cantiere?

Al momento sto aspettando che esca ‘Gli anni amari’, la cui uscita è stata rinviata a causa del coronavirus, e ancora non si sa quando sarà disponibile. Spero che esca presto, magari su qualche piattaforma streaming, anche perché è un film che vale davvero la pena di essere visto. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, ci sono tanti giovani attori emergenti, ma anche tanti affermati come Sandra Ceccarelli e Antonio Catania. Insomma, è un gran bel mix.

Cosa ti auguri per il tuo futuro?

Spero di riuscire a realizzare il mio sogno. Secondo me il lavoro duro paga sempre, e credo che solo così potrò riuscirci, un passo alla volta.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!