Martedì 28 luglio il direttore artistico Alberto Barbera ha presentato la lista delle 62 pellicole che parteciperanno alla 77^ edizione del Festival del Cinema di Venezia. La rassegna si aprirà il 2 settembre con "Lacci" di Daniele Luchetti, film fuori concorso tratto dal libro di Domenico Starnone. Il Festival terminerà il 12 settembre.

Saranno quattro invece le pellicole italiane in gara per il Leone d'oro: "Le sorelle Macaluso" di Emma Dante, "Miss Marx" di Susanna Nicchiarelli, "Padre Nostro" di Claudio Noce e "Notturno" di Gianfranco Rosi.

Pellicole italiane fuori concorso della Mostra del Cinema di Venezia 2020

Oltre a 'Lacci' di Daniele Luchetti, un'altra pellicola fuori concorso proclamata da Alberto Barbera nella conferenza stampa della Mostra del Cinema di Venezia 2020, è "Salvatore Ferragamo: The Shoemaker of Dreams" di Luca Guadagnino. Il regista siciliano ha voluto raccontare in un documentario la vita dello stilista delle calzature dei vip di Hollywood.

Gli altri titoli della sezione fuori concorso sono "La verità su La dolce vita" di Giuseppe Pedersoli e "Paolo Conte, via con me" di Giorgio Verdelli.

Tra le fiction invece è presente "Lasciami andare" di Stefano Mordini, cortometraggio realizzato durante il periodo dell'alta marea a Venezia, che concluderà la rassegna cinematografica.

All'interno della lista Fuori concorso, c'è "Assandira" di Salvatore Mereu, con protagonista lo scrittore del romanzo "Padre padrone", Gavino Ledda.

Venezia 77, registi nostrani della sezione 'Orizzonti': da Pietro Castellitto a Giovanni Aloi

Nella sezione 'Orizzonti' per la 77^ edizione del Cinema di Venezia ci sono Pietro Castellitto, autore de "I predatori", Martina Parenti e Massimo D'Anolfi, registi di "Guerra e pace", Uberto Pasolini, autore di "Nowhere special".

Inoltre, è presente anche Giovanni Aloi, regista italiano de "La troisieme guerre", lungometraggio in lingua francese sulla Terza Guerra Mondiale.

La sezione comprende anche un contest per i cortometraggi, tra i quali l'esordio di Jasmine Trinca con la pellicola "Being my mom", con protagonista Alba Rohrwacher.

Cate Blanchett sarà presidente della giuria Mostra del Cinema di Venezia

La giuria della Mostra del Cinema di Venezia 2020 premierà i film consegnando il Leone d'oro, il Leone d'argento-Gran premio della giuria per la miglior regia, il Premio Osella per la miglior sceneggiatura e il Premio Mastroianni per il miglior attore/attrice emergente e la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile e maschile.

A presiedere la giuria di quest'anno, ci sarà l'attrice australiana Cate Blanchett insieme a Nicola Lagioia, Cristi Puiu, Joanna Hogg, Christian Petzold e Ludivine Sagnier. Per la giuria della sezione Orizzonti ci saranno invece Claire Denis, Oskar Alegria, Francesca Comencini, Katriel Schory e Christine Vachon.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!