Le alte temperature di questi ultimi giorni mettono a dura prova il nostro fisico ma c'è un'altra categoria che soffre particolarmente l'afa: le medicine. Temperature elevate e umidità possono rovinare completamente i medicinali "di scorta" e quelli che portiamo in valigia per le vacanze, rendendoli inefficaci e, nella peggiore delle ipotesi, nocivi. Dobbiamo conservarli e trasportarli correttamente evitando gli eccessi di temperatura che potrebbero alterare le componenti chimiche e quindi l' efficacia delle medicine.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Curiosità

I principi attivi del farmaco devono essere "tutelati", le proprietà medicinali conservate ed inoltre si deve evitare qualsiasi tipo di proliferazione batterica. Attenzione quindi soprattutto all'esposizione diretta ai raggi solari o a fonti di calore per gli antibiotici, l’insulina,sedativi e analgesici, i sedativi.

L'associazione nazionale che regola i farmaci per automedicazione, Assosalute ha diramato 7 regole per conservare correttamente i farmaci in vacanza,

Le 7 regole

La prima regola riguarda le modalità di conservazione indicate dai foglietti illustrativi. Se non sono presenti o sono state rimosse bisogna in ogni caso conservare i farmaci in luoghi freschi e asciutti e ad una temperatura inferiore ai 25°. Alcuni farmaci inoltre, come l'insulina, prevedono la conservazione in frigorifero ed è meglio evitarle luce e sbalzi di temperatura, per cui per trasportarla occorre un contenitore termico. In secondo luogo non si devono mai riporre i farmaci da viaggio in un contenitore che venga posto nel bagagliaio, che spesso si surriscalda, ma trasportati nell'abitacolo con il condizionatore o climatizzatore. Se invece si viaggia in aereo sarebbe meglio non riporre i farmaci nei bagagli da stiva, dove le temperature arrivano molti gradi sotto lo zero, ma riporle nel bagaglio a mano.

I migliori video del giorno

L'umidità è un'altra nemica delle medicine per cui è indicato allontanarle da stanze umide che potrebbero rovinare capsule, compresse, strisce per test diagnostici e cerotti medicati. Per il trasporto sono preferibili le varianti solide rispetto a quelle liquide, perchè l'acqua in esse contenuta le rende meno esposte alle alte temperature. Il quinto consiglio riguarda l'aspetto: guardare bene il medicinale, ove possibile, perchè una variazione di aspetto o di colore potrebbe indicare un'alterazione. Attenzione a non riporre più tipologie di medicinali in un'unica confezione: risparmiare spazio può significare non riconoscere i farmaci o non avere più l'indicazione della scadenza e il bugiardino. Infine gli spray: utilizzare sempre dei contenitori termici è buona norma dal momento che le temperature elevate e la diretta esposizione al sole surriscaldano le confezioni metalliche che potrebbero anche esplodere, soprattutto in spiaggia.