Uno dei dibattiti più accesi in Italia riguarda il futuro delle auto diesel, considerate delle vere e proprie antagoniste dell'ambiente. L'Inquinamento, infatti, ha registrato livelli preoccupanti, tanto da costringere la maggior parte dei comuni italiani ad emettere ordinanze per il blocco del traffico. I disagi arrecati alle famiglie da queste restrizione sulla circolazione non sono stati pochi. E' probabilmente per questo che molti cittadini hanno iniziato a pensare all'opzione dei motori ibridi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Curiosità

Questi, tanto osannati dai produttori per la loro ecosostenibilità, sarebbero addirittura l'approdo futuro del mondo automobilistico.

Le auto ibride, infatti, hanno una doppia alimentazione, a benzina ed elettrica, che lavora a tandem.

Sono in grado di muoversi soltanto tramite elettricità e si autocaricano viaggiando.

Ma questo tipo di macchine è veramente ad impatto ambientale zero?

La verità sull'ibrido

Uno studio di un team americano ha portato alla luce il fatto che le auto elettriche inquinano e hanno un impatto poco sostenibile sull'ambiente e di conseguenza sulla nostra salute. Tali studiosi hanno preso in considerazione l'intero ciclo di funzionamento di questo tipo di macchine, comprendendo sia la loro fabbricazione sia la produzione dell'energia con cui vengono fatte viaggiare. Hanno, così, scoperto che l'emissione di CO2 prodotta nel complesso da un motore ibrido rimane a livelli accettabili soltanto in pochissimi paesi. Questi ultimi sarebbero quelli che utilizzano fonti rinnovabili per realizzare il complesso e innovativo motore elettrico: Paraguay, Islanda, Svezia, Brasile e Francia.

Per dare qualche numero, in tali nazioni la quantità di anidride carbonica registrata dall'ibrido, equivalente in g/km, resta compresa tra 70 e 93. In Italia, invece, tale valore è di 170 g/km, che è addirittura molto più alto rispetto a quello prodotto dai motori diesel [VIDEO] e benzina.

Verità sconvolgenti anche per quanto riguarda la produzione di pm10, un particolato molto dannoso per l'ambiente. Esso risulta essere alto anche per le auto elettriche, con una media di 65,7 microgrammi per km, contro i 65,3 dei motori diesel [VIDEO] e i 66 di quelli a benzina.

La sfida è ancora aperta

Tali risultati non possono di certo lasciarci indifferenti, ma è bene evidenziare gli indubbi vantaggi delle innovative macchine elettriche.

Il loro avvento sul mercato, infatti, ha portato i loro acquirenti a risparmiare notevolmente sulla spesa per il carburante. Tali autovetture, inoltre, sono molto silenziose, il che ha diminuito in maniera non indifferente il livello dell'inquinamento acustico, che spesso viene sottovalutato.

Alla luce di questo, ci auspichiamo che i produttori del motore ibrido, così all'avanguardia, tengano in considerazione gli studi americani e vadano a fondo sulla questione, in modo da poter vincere la sfida sull'ecosostenibilità.