Un team di ricerca guidato da Patrick G. J. Irwin del dipartimento di fisica atmosferica, oceanica e planetaria dell'Università di Oxford, ha pubblicato recentemente sulla rivista internazionale di scienze "Nature" uno studio, implicando come Urano sia, di fatto, un pianeta puzzolente. Nell'atmosfera del pianeta i ricercatori hanno infatti identificato acido solfidrico, anche chiamato idrogeno solforato, lo stesso componente che dona alle uova marce la caratteristica puzza.

La linea sconosciuta

Le osservazioni di spettroscopia nella banda tra il vicino infrarosso e la luce visibile, effettuate usando il telescopio Gemini North delle Hawaii, hanno guardato alla composizione atmosferica e le nuvole gassose del pianeta Urano.

Da lungo oggetto di dibattito da parte degli astronomi, nello spettro di Urano si evidenziava una sconosciuta linea di assorbimento: le estreme basse temperature dell'atmosfera ne impedivano l'identificazione, finalmente rivelata dalle recenti osservazioni ad alta risoluzione effettuate da Irwin e il suo team.

Alle origini del Sistema Solare

La rilevanza scientifica dello studio sta nel aver identificato un diverso processo di formazione di Urano rispetto ai compagni planetari Giove e Saturno, che invece presentano una maggiore concentrazione di ammoniaca, una molecola composta da azoto e idrogeno. Per la prima volta, lo studio ha misurato nell'atmosfera di Urano un rapporto di zolfo su azoto 5 volte maggiore rispetto Giove e Saturno.

La presenza di acido solfidrico nelle nuvole di Urano può dare nuovi spunti sulla nostra comprensione dell'origine della nebulosa planetaria, che girando intorno al Sole avrebbe formato i pianeti come li vediamo oggi. Una nebulosa planetaria non affatto omogenea, come lo studio di Irwin ha sottolineato.

Anche sulla Terra

La molecola di acido solfidrico H2S è un gas infiammabile ed è tossico ad alte concentrazioni, bloccando la respirazione cellulare del corpo umano se inspirato.

Infatti, 252 milioni di anni fa, questo gas tossico ha causato l'estinzione di massa della maggior parte degli esseri viventi sulla Terra: l'acido solfidrico può essere emesso in grandi quantità da vulcani e dal terreno in presenza di solfatara. Inoltre, esso è prodotto durante il processo di decadimento di materia organica in presenza di poco ossigeno, come nel gas intestinale che genera la flatulenza.

Sarà bene di premurarsi delle necessarie precauzioni se mai si prefigurasse un viaggio sul pianeta Urano.