I cacciatori di UFO sono sempre alla ricerca della prova per dimostrare che su Marte sia esistita la vita. Molti di questi non vogliono fermarsi alla presenza di questa o quella traccia che indicherebbe la presenza di batteri, ma preferiscono puntare sull'archeologia. Per questo motivo passano intere giornate a osservare e studiare le immagini inviate sulla Terra dal Rover Curiosity della NASA. È solo di pochi giorni fa la notizia che uno dei teorici della cospirazione ha affermato di aver scoperto un'antica struttura aliena sulla superficie del Pianeta Rosso, che somiglierebbe ad una testa di leonessa.

Pubblicità
Pubblicità

È la testa di un'antica statua di un gatto?

I cacciatori di alieni passano molto tempo ad osservare le immagini inviate da Curiosity. Il più delle volte le foto mostrano solo pianure polverose, ma spesso appaiono anche delle immagini molto interessanti. Uno dei canali YouTube dei teorici della cospirazione dedicato a questo argomento, afferma di aver scoperto prove concrete di alcune statue e strutture antiche che costellano il paesaggio del Pianeta Rosso.

Secondo i cospirazionisti una delle foto inviate da Curiosity, sembrerebbe mostrare la testa di un'antica statua di gatto, molto simile alla testa di una leonessa cresciuta. Secondo il giornalista spaziale, Joe White, questa sarebbe una statua di un gatto o di una leonessa scolpita su Marte. La statua avrebbe anche un segno sul collo come se fosse stato riparato dopo essere stato staccato dal corpo. Mr White ha anche dichiarato che ci sono dei noduli nell'area del muso che potrebbero essere dei cirripedi.

Pubblicità

Questo dimostrerebbe che la testa sarebbe stata sommersa nell'acqua dell'ex lago del Gale Crater per molto tempo.

C'è un legame tra la testa di gatto e gli egizi?

Secondo altri utenti la statua sarebbe in qualche modo legata all'antica civiltà egizia. Infatti molti cospirazionisti sono convinti che questi siano stati regolarmente visitati e influenzati dagli extraterrestri. Gli Egizi veneravano i gatti poiché li consideravano sacri. Molti utenti hanno chiesto spiegazioni alla NASA e si domandano perché questa non risponda.

Gli scettici hanno messo in dubbio che la foto del rover mostri la testa di un gatto, spiegando che si tratta semplicemente di una grossa roccia. La maggior parte degli scienziati, osservando la foto, hanno spiegato che si tratta dell'effetto della Pareidolia, un'illusione ottica che tende a far associare al nostro cervello forme caotiche a immagini conosciute. Questo effetto è spesso associato ai cacciatori di UFO che confondono le immagini di ombre e rocce presenti su Marte o sulla Luna con statue o astronavi aliene.

Pubblicità

Leggi tutto