3

Il blocco dei contatti non è di certo un mistero: tutti lo sanno utilizzare nel caso un contatto diventi pericolosamente molesto o comunque per altre semplici ragioni. Non si deve essere necessariamente degli assi dell'informatica per poter bloccare un contatto: bisogna soltanto selezionare l'utente che si desidera bloccare e premere sulla dicitura "Impostazioni" per poi andare sulla dicitura "Blocca", confermando infine l'opzione. Piccole e semplici mosse che sono servite davvero a moltissimi utenti, mettendoli al riparo da personaggi molesti. [VIDEO]Ma se si conosce l'utente bloccato, spesso e volentieri non si sa se si è stati bloccati. Vediamo come si può scoprire in pochi passaggi.

'Sono stato bloccato?'

Innanzitutto, ci sono tre ragioni per cui non è possibile accedere all'indicazione dell'ultima connessione dell'utente: la prima è che il contatto "desiderato" ha deciso di impostare la propria privacy diversamente, in modo tale da non condividere alcune informazioni; la seconda possibilità è che questa scelta l'abbiate fatta voi; l'ultima significa che con tutta probabilità siete stati bloccati. La verifica degli accessi è il primo indizio [VIDEO] per confermare un blocco.

Il metodo delle spunte

Per scoprire se si è stati bloccati da un amico o da un parente è necessario inviare un innocente messaggio e verificare il "comportamento" delle spunte: se ne arriva una vuol dire che il server dell'applicazione ha ricevuto il messaggio; due spunte significano che il messaggio è stato ricevuto dall'altro utente e due spunte blu vogliono dire che quel determinato messaggio è stato letto.

Ma i passaggi non sono così scontati: l'utente destinatario può anche leggere il messaggi dalla "tendina" delle notifiche rendendo impossibile all'altro di avere la conferma della lettura.

Foto del profilo

Un altro metodo per vedere se si è stati bloccati è verificare la foto del profilo dell'utente: se compare l'icona con l'omino (e perciò senza una foto del profilo o una immagine messa dallo stesso contatto) significa che l'utente ha deciso di non condividere l'immagine con voi o che l'abbia tolta (forse per far spazio ad un'altra).

I gruppi

L'ultima verifica riguarda prettamente i gruppi Whatsapp: se un contatto che appartiene allo stesso gruppo di cui si fa parte non si può aggiungere, basta pensare ad una sola cosa: che si è stati bloccati. Pertanto, non si dovrebbe insistere oltre.