Il nuovo passaggio sulla tv in chiaro del celeberrimo cult Rambo ha risvegliato la ricerca delle curiosità su quella che è considerata una delle pellicole più iconiche della storia del film di guerra. Il reduce del Vietnam John Rambo, personaggio nato dalla penna di David Morrell e protagonista del romanzo Primo sangue, è entrato di diritto nell’Olimpo dell’immaginario collettivo grazie alla trasposizione cinematografica di Ted Kotcheff e alle fattezze di Sylvester Stallone.

Dopo Rambo tantissimi sono stati i suoi cloni riproposti da Hollywood, ma nessuno ha avuto la medesima fortuna. E pensare che, appena uscito nelle sale cinematografiche (correva l’anno 1982), fu accolto abbastanza tiepidamente.

A poco a poco però, l’iconico veterano di guerra è entrato nei cuori di milioni di fan, tanto da dare inizio a una vera e propria saga che ha portato alla produzione di altre quattro pellicole.

Il vero Rambo e il perché di quel nome

Tante le curiosità che si celano dietro alla genesi di Rambo, ispirato a una persona in carne e ossa: David Morrell attinse a piene mani dalle vicende di un vero eroe di guerra americano, Audie Murphy, impegnato nella Seconda Guerra Mondiale. Murphy avrebbe infatti, solo con le sue forze, fermato 6 carri armati e ucciso ben 250 soldati tedeschi.

Curiosa anche la scelta del nome: “Rambo” altro non era che una qualità di mele che Peter Gunnarsson Rambo, un immigrato svedese, portò con sé al suo arrivo negli Usa.

Fu la moglie dello scrittore a suggerire il nome del protagonista dopo aver fatto la spesa. Non è tutto: nel romanzo non viene mai menzionato il nome di battesimo John che venne affibbiato al personaggio dallo stesso Stallone.

Gli altri attori che potevano essere Rambo ( tra cui…Don Matteo)

Il volto di Rambo ha, in maniera imprescindibile, i lineamenti di Sylvester Stallone, eppure il soldato più iconico della storia del Cinema ha rischiato di avere altre fattezze: il ruolo infatti venne offerto anche a Mario Girotti, in arte Terence Hill, che in quegli anni spopolava in Italia (e non solo) in coppia con Bud Spencer.

Gli altri attori presi in considerazione furono Chuck Norris, Nick Nolte, Steve McQueen, Michael Douglas e Paul Newman. Tutti nomi che non avrebbero sfigurato nei panni del protagonista.

Quattro finali pensati per Rambo (e due girati)

Oltre al finale conosciuto, con il reduce portato via ammanettato e scortato dal colonnello Trautman, gli sceneggiatori di Rambo avevano pensato ad altri tre finali alternativi, tutti e tre con esiti nefasti per il protagonista.

Nel primo caso sarebbe stato proprio il colonnello a sparare e uccidere il suo allievo. Nel secondo caso, Rambo si sarebbe scagliato contro i poliziotti con l’M60 in braccio, facendo fuoco e sarebbe morto sotto i colpi degli agenti. Nel terzo caso, Rambo si sarebbe dovuto uccidere da solo, con l'arma impugnata da Trautman. Ebbene questo finale alternativo venne girato e lo si può trovare su internet.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!