Maneskin, pizza e mozzarella. Accostamento curioso ma realmente fatto. Il tutto è accaduto in Lettonia, dove è comparsa una pubblicità di pizza surgelata che ritrae quattro giovani molto somiglianti ai ragazzi della band romana. Il gruppo sta raccogliendo nelle ultime settimane un successo enorme e sta scalando le classifiche internazionali. E sicuramente è la prima volta che compare in una pubblicità. Viene inoltre da chiedersi se la trovata possa avere conseguenze legali.

Il successo dei Maneskin

Dopo la vittoria di maggio all'Eurovision Song Contest, i Maneskin sono senza dubbio la band italiana del momento.

E non è dunque un caso se la loro immagine venga utilizzata a fini pubblicitari. Stavolta però non sono i quattro giovani ragazzi a comparire in uno spot, ma dei ragazzi molto somiglianti, che non possono non far pensare al gruppo di Zitti e Buoni.

Secondo quanto arriva dall'estero, l'immagine dei Maneskin serve a promuovere prodotti tipicamente italiani quali la pizza e la mozzarella. L'idea è di un'azienda lettone che produce formaggi e desta molta curiosità e ironia sui social network. La band, secondo l'avvocatessa Margherita Cera, potrebbe intentare una causa legale.

'Tarocco pubblicitario'

"La mozzarella Formagia buona come quella italiana rende tutto speciale" si legge nel testo della pubblicità.

Trovata divertente o mossa furba? Intervistato da Adnkronos Davide Ciliberti, spin doctor di Purple & Noise, ha detto che l'idea dell'azienda lettone è "l'apoteosi del tarocco pubblicitario". Con un solo colpo infatti viene mistificata la mozzarella e la pizza italiana e la band italiana del momento. Il gruppo può dunque compiacersi di quanto avviene in Lettonia.

A suo dire però questa cosa è opera di "scaltri pubblicitari locali" che in questo modo hanno deciso di sfruttare la loro immagine, molto popolare negli ultimi mesi dopo il successo europeo di Rotterdam del mese di maggio. Si tratta di un fatto unico nel suo genere che non accadde nemmeno a una band così popolare come i Beatles.

'Maneskin possono agire per chiedere la rimozione'

Se il post con la foto diventa virale su Twitter, Adnkronos si è chiesta se tutto questo può essere legale. L'avvocatessa Margherita Cera spiega come i Maneskin possano agire in via legale al fine di "chiedere la rimozione della loro immagine". Allo stesso tempo possono chiedere anche "il risarcimento del danno per utilizzazione non autorizzata della loro immagine".

La pratica dell'azienda lettone, secondo l'avvocatessa, si inserisce all'interno di una pratica scorretta definita Italian sounding. Avviene quando dei produttori stranieri mettono in commercio beni non Made in Italy "facendo credere ai consumatori che siano invece dei prodotti italiani".