Dal prossimo 14 giugno l’Antitrust varerà nuove norme a difesa dei consumatori. Arrivano tempi bui per tutte quelle aziende che compiono vendite attraverso registrazioni telefoniche e contratti a distanza: tra le novità più importanti, l’aumento del tempo da riservare al diritto di recesso e la diminuzione di quelli riservati al rimborso di un acquisto.

Con queste nuove norme l’Autorità punta a rafforzare il potere di acquisto dei consumatori, e a proteggerli da eventuali frodi o da comunicazioni commerciali in malafede.

In caso in cui le aziende dovessero contravvenire a tali regolamenti, rischiano multe fino a cinque milioni di euro.

Le normative non riguarderanno ovviamente solo i contratti a distanza e le registrazioni telefoniche, ma anche le transazioni che avvengono in normali locali commerciali. I venditori dovranno, inoltre, fornire obbligatoriamente informazioni più dettagliate circa le modalità di acquisto, soprattutto per quel che riguarda i prodotti digitali.

La prossima volta che un consulente telefonico, quindi, ci contatterà per farci una qualsiasi proposta commerciale, teniamo bene a mente queste nuove normative: ci permetteranno di essere maggiormente protetti e di avere più garanzie. Se nella registrazione telefonica, inoltre, non si dovesse ascoltare con chiarezza i riferimenti alle nuove norme sul diritto di recesso, interrompete la conversazione immediatamente.

I nostri diritti come consumatori sono stati troppe volte calpestati da commerciali senza scrupoli, è ora di ribellarsi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto