In questi giorni l’Inps sta provvedendo a spedire a tutti i pensionati che fruiscono delle prestazioni assistenziali dell’Ente il bustone 2014 contenente il modello RED e tutta un’altra serie di documenti: gli incartamenti vanno compilati e rispediti allo stesso INPS che verificherà, in base ai dati forniti, il diritto o meno a continuare a fruire di prestazioni assistenziali a titolo gratuito. Il bustone 2014 con modello RED 2014 in allegato serviranno dunque all’INPS per constatare l’effettiva situazione economica del pensionato di turno, uno storico che gli consentirà poi di giudicare se e in che misura il titolare recherà ancora il diritto di ricevere a titolo gratuito certe tipologie di prestazioni assistenziali.

Nel bustone 2014 saranno inserite anche lettere di presentazione, istruzioni utili alla compilazione e il modello 503 AUT, il documento dedicato ai cittadini titolari di Pensioni assoggettabili a trattenute per lavoro autonomo. Facciamo però un po’ d’ordine cercando di capire cosa conterrà in dettaglio il bustone 2014 e a che tipo di adempimenti saranno tenuti i cittadini.

INPS, bustone 2014 e modello RED: compilazione, scadenza e invio – Ecco i chiarimenti dell’Ente

L’invio del bustone 2014 con modello RED 2014 in allegato ha messo in ansia numerosi pensionati: a chiarirne il contenuto e le procedure di funzionamento è lo stesso INPS tramite il proprio portale online: ‘L’Istituto sta inviando il cosiddetto Bustone per la raccolta delle dichiarazioni reddituali e delle altre dichiarazioni di responsabilità da parte dei titolari delle prestazioni assistenziali per l’anno 2014’. Il plico INPS conterrà in particolare i seguenti documenti:



  • la lettera di presentazione, diversificata per i residenti in Italia e all’estero, con una breve informativa sui servizi online a disposizione del cittadino;
  • il modello RED italiano o modello RED estero accompagnato da tutta una serie di istruzioni utili per la compilazione;
  • il modello 503 AUT;
  • la richiesta di integrazione delle informazioni relative alla campagna RED 2012 (anno reddito 2011);
  • i modelli di dichiarazione per i titolari di prestazioni assistenziali;
  • il modello per indennità di frequenza.



Chiunque riceverà il bustone 2014 contenente il modello RED avrà tempo sino al 15 febbraio 2015 per poterlo rispedire, ma è lo stesso portale dell’INPS a sottolineare che ogni richiesta ‘reca la data entro la quale deve essere restituita la dichiarazione’. Su tutti il caso del modello 503 AUT, che va compilato e spedito entro il 30 settembre prossimo. Ricordiamo che è possibile rispondere ai quesiti contenuti nel bustone 2014 anche per via telematica accedendo al portale online dell’INPS tramite le proprie credenziali: chiunque volesse avere ulteriori informazioni può consultare il messaggio n. 6627 del 27 agosto 2014 disponibile sul sito internet dello stesso INPS.



Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto