Dopo Abbassa la bolletta è il momento di Abbassa la tariffa. Altroconsumo, l'associazione dei consumatori che vanta 377.000 soci in Italia, prova a mettere a frutto la forza della sua massa critica proponendo un gruppo di acquisto per spendere meno con il cellulare.

La logica è nota. Si propone alle aziende di offrire prezzi vantaggiosi assicurando un congruo numero di adesioni all'offerta. In questo caso sotto accusa ci sono le tariffe dei cellulari che l'associazione vuole riportare a livelli più bassi, fino al 60% in meno l'anno.

La stima effettuata da Altroconsumo riguarda il proflio di un consumatore che effettua tre chiamate ogni giorno, di breve durata (2-3 minuti) con l'invio di qualche Sms (meno di cinque) e un utilizzo normale della connessione a Internet in mobilità per dare un'occhiata a cosa succede su Facebook e guardare le ultime notizie.

Così Altroconsumo ha deciso di invitare a un'asta che si terrà nel marzo del prossimo anno tutti gli operatori di telefonia mobile ai quali si chiede di tariffe convenienti con chiare condizioni contrattuali. L'associazione si impegna a controllare tutte le clausole proposte e a scegliere poi la tariffa vincente. Per aderire bisogna sottoscrivere la petizione di Altroconsumo. Ovviamente più persone sottoscrivono più sarà facile ottenere tariffe convenienti vista la concorrenza fra gli operatori di telefonia mobile.

La proposta dell'associazione consumatori arriva dopo il sucesso registrato dalla precedente iniziativa. Con abbassa la bolletta, infatti, è stato creato un gruppo d'acquisto al quale hanno adeirto oltre 52mila famiglie italiane. In questo modo si è riuscito a spuntare prezzi competitivi per luce e gas con un rispamio medio di circa cinquanta euro l'anno.

L'esprienza dei gruppi di acquisto non è nuova.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone

Ce n'è uno per l'acquisto di auto ibride, un altro ha scelto i pannelli fotovoltaici, mentr epiù importante è l'esperienza dei G.a.s.che di solito si orientano verso prodotti equo-solidale oppure biologici. In questo caso più che la spinta verso il risparmio funziona la scelta etica di acquistare prodotti differenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto