La legge di Stabilità 2016 prevede alcune misure che incidono sui proprietari di immobili con o senza moglie e figli. A partire da quel bonus ristrutturazioni prorogato per tutto il 2016 il quale consente di beneficiare della detrazione del 50% e del 65% su interventi di recupero del patrimonio edilizio quali ad esempio quelli sul risparmio energetico “qualificato” degli edifici e sugli mpianti di climatizzazione invernale. E’ previsto anche un bonus mobili e su grandi elettrodomestici con cui la Legge di Stabilità proroga fino alla fine del 2016 la generale detrazione Irpef del 50% nel limite massimo di spesa di10mila euro.

Per le giovani coppie il vantaggio è maggiore poiché anche loro possono beneficiare di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili per una spesa complessiva di 16mila euro.

Pacchetto famiglia: c’è anche un bonus per chi compie 18 anni

Tra le altre misure per la famiglie con figli che compiranno 18 anni nel 2016 c’è la carta elettronica di 500 euro da spendere in aree archeologiche, teatri, musei, eventi culturali. È previsto inoltre un contributo una tantum di 1000 euro per l'acquisto di uno strumento musicale nuovo nei confronti di studenti dei conservatori e dei licei musicali.

Il Fondo per la scuola invece viene incrementato di 23,5 milioni di euro. Le famiglie e i single a partire da luglio 2016 riceveranno insieme alla bolletta elettrica anche il canone Rai che scende a 100 euro l'anno, il cui pagamento sarà rateale. Debutta la Carta Famiglia per coloro che hanno tre bambini a carico, la quale viene rilasciata dai Comuni. Novità anche per i genitori con figli appena nati: il congedo obbligatorio dei padri sale a due giorni che possono essere goduti anche separatamente.

Il voucher baby sitter viene esteso anche alle madri lavoratrici autonome o imprenditrici fino al 2016.Saranno detassate sino a 2000 euro annui quelle erogazioni effettuate come welfare(misure inerenti al benessere dell’individuo e la conciliazione famiglia-lavoro) che derivano dalla contrattazione aziendale.

Sparisce la TASI , OK ai Bonus dipendenti per la mobilità sostenibile

Imu e Tasi dall’anno prossimo non saranno più dovute sugli immobili destinati ad abitazioni principali tranne che per le abitazioni di tipo signorile e per le ville.

L'Imu e la Tasi si applicheranno con uno sconto del 50% per le unità immobiliari concesse in comodato ai parenti in linea retta entro il 1^ grado, a patto che sia utilizzate come abitazione principale, che il contratto di comodato sia registrato e che comodante e comodatario abitano nello stesso comune. Questa Legge di Stabilità ha ampliato la possibilità per chi voglia acquistare un immobile destinato ad abitazione principale di godere dell’agevolazione fiscale 1^ casa. Infatti potrà beneficiare del bonus 1^ casa anche chi, all’atto dell’acquisto difronte ad un notaio è ancora proprietario di un'altra casa già acquistata con lo stesso tipo di beneficio fiscale.

E’ necessario però che lo stesso venda la casa acquistata precedentemente, prima di comprarne una nuova casa o entro l’anno dall’acquisto della successiva. L' ulteriore condizione per usufruire del bonus 1^ casa sono l’obbligo per l’acquirente, che non deve essere proprietario di nessun altro immobile, di avere la residenza nel comune dove è ubicato l’immobile. Anche il leasing finanziario permetterà di comprare una casa scontando il canone della locazione finanziaria già versato. Per info di economia premi tasto segui accanto al mio nome.

Segui la nostra pagina Facebook!