Il Direttore dell’agenzia delle entrateRossella Orlandi, nel corso della conferenza stampa con il Ministro dell’Economia Padoan ha illustrato i risultati dell’attività dell’Agenzia nel 2015, e quali saranno le strategie e gli obiettivi per il 2016. Tra questi figurano dichiarazione precompilata, fatturazione elettronica, nuova strategia all’insegna della compliance fiscale. Sul fronte della lotta all’evasione fiscale, la Orlandi ha dichiarato che sono stati recuperati circa 14,9 miliardi di euro nel 2015.

La riduzione dell’evasione è legata sia ad accertamenti, sia a specifiche analisi di rischio. La compliance fiscale in particolare, si è rafforzata perché su 305.000 comunicazioni inviate nel 2015, più di 156.000 cittadini hanno accolto l’invito del Fisco a rimediare ad un errore con sanzioni ridotte ed in tempi brevi.

Sul fronte degli interpelli, l’Agenzia fiscale ha risposto entro i termini previsti dalla legge a tutti quelli ricevuti.

Fisco piu social e fatturazione elettronica: i principali  obiettivi

Fra le novità del 2016, la Orlandi ha parlato anche di un "fisco più social". Si mira a realizzare servizi sempre più innovativi per cittadini ed imprese: si va dalla pagina Facebook per promuovere dialoghi interrativi, ai nuovi video sul canale YouTube, all’esordio su Twitter per rispondere ai quesiti dei contribuenti. Aumenteranno, quindi, le possibilità di dialogo “a distanza” con il Fisco, legate ad una molteplicità di servizi offerti: a partire dal canale CIVIS e dalla app dell’Agenzia delle Entrate che è possibile scaricare su smartphone e tablet per accedere alle informazioni contenute nel cassetto fiscale.

I migliori video del giorno

L’obiettivo principale rimane, però, la gestione della fatturazione elettronica. In questo senso, entro il mese di luglio, l’Agenzia metterà gratuitamente a disposizione dei privati un software che permetterà di creare, trasmettere e conservare tutte le fatture elettroniche.

L’Orlandi ha inoltre ricordato come il sistema FatturaPa abbia coinvolto 23.000 amministrazioni e 600 mila fornitori. Sul fronte della mediazione tributaria, il numero dei procedimenti di mediazione conclusi positivamente è in aumento rispetto a quello del 2014. I giudizi tributari in primo grado sono scesi del 3% circa rispetto al 2014.

Dichiarazione precompilata e Catasto

L’Agenzia delle Entrate, inoltre, dal 15 aprile metterà a disposizione di tutti i contribuenti il modello 730 precompilato. Essi potranno quindi visualizzarlo e scaricarlo con i dati già inseriti dall'ente. Il passo successivo sarà l’eventuale modifica e l’invio a partire dal 2 maggio. Nel 730 precompilato 2016 saranno inserite: le spese universitarie, le spese funebri, i contributi per la previdenza complementare, le spese per interventi di ristrutturazione energetica, una quota consistente delle spese sanitarie.

A coloro che si rivolgono ad un CAF o a un intermediario restano confermati i benefici già previsti nel 2015.

Intanto, l’Agenzia sta studiando anche la precompilazione della dichiarazione per le persone fisiche (Modello Unico). Sul fronte dei rimborsi, i risultati del 2015 mostrano come i tempi per la loro erogazione si siano ridotti rispetto all’anno precedente. Inoltre, l’ente ha erogato 480 milioni di euro che corrispondono a circa 625.000 rimborsi a contribuenti che non hanno più un datore di lavoro. Le domande relative alla voluntary disclosure, invece, dovrebbero portare all’emissione di circa 500mila accertamenti entro la fine del 2016.

Riguardo agli aggiornamenti catastali, l’Orlandi ha ricordato che è utilizzabile esclusivamente la procedura telematica. I professionisti potranno trasmettere le istanze di aggiornamento catastale senza doversi recare presso gli sportelli, anche perché l’aggiornamento delle banche dati è automatico. L’anno scorso, inoltre, l’Agenzia ha reso disponibile nelle visure la superficie catastale delle unità immobiliari appartenenti alla categorie dei Gruppi A, B e C. Per altre info fiscali, potete premete il tasto "segui".