Il nuovo decreto sul canone Rai è stato appena firmato dai ministri dell’Economia e dello Sviluppo economico. La notizia è stata resa nota dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni che ha sottolineato l’importanza di questa agevolazione economica che si rivolge, in particolar modo, ad una fascia di utenti over 75 per i quali, secondo il premier, la televisione, oggettivamente, rappresenta un importante riferimento in contesti di particolari condizioni sociali, familiari e soprattutto di solitudine.

Esenzione 2018 canone Rai over 75: i nuovi requisiti

In base al nuovo decreto sull’esenzione del canone Rai della televisione, la platea di utenti che potranno beneficiare dell’esenzione over 75 passerà dagli attuali 115mila ai 350mila, grazie al nuovo limite di reddito di riferimento previsto per l’esenzione del canone Rai. Per gli utenti interessati sarà importante compilare l'apposito modulo di dichiarazione sostitutiva nel quale verranno indicati i requisiti anagrafici e reddituali di idoneità previsti per l’esonero dal pagamento del canone. È bene considerare che il nuovo limite di reddito stabilito dal nuovo decreto e che prevede la possibilità di non pagare la tassa sul possesso della televisione è aumentato a circa 8mila euro, somma che andrebbe a sostituire i precedenti 6.713,98 euro.

Per avere ulteriori informazioni e dettagli sui nuovi requisiti sarà però necessario aspettare la pubblicazione del decreto.

Canone Rai 2018: come funziona per gli over 75

La normativa sul canone Rai 2018, come previsto dall’Agenzia delle Entrate, prevede che tutti coloro che risultano in possesso di una televisione sono obbligatoriamente tenuti a pagare il canone inserito nella bolletta dell’elettricità, in relazione all’utenza di tipo residenziale intestata a proprio nome.

Il possibile esonero della tassa era stato già contemplato precedentemente ma da quest’anno, come abbiamo visto, variano i limiti della fascia di reddito per gli over 75 che, secondo il programma, dovrebbe permettere di far rientrare nell'agevolazione economica un numero molto più vasto di utenti. Gli interessati all'esonero, dovranno seguire l’iter previsto attraverso l’invio del modello compilato con tutti i relativi dati e che potrà essere inviato via posta o anche telematicamente nel caso si possiede il Pin di accesso sul sito dell’ Agenzia Entrate.

In alternativa, gli utenti interessati, potranno avvalersi di possibili intermediari predisposti per accedere ai servizi telematici Entratel o Fisconline. In definitiva l’esonero del canone 2018 per età anagrafica e basso reddito sarà contemplato per tutti coloro che hanno compiuto 75 anni di età e che non risultino convivere, al di fuori del proprio coniuge, con soggetti con altro reddito, avere un reddito non superiore a 8mila euro. È importante ricordare che il limite reddituale è da considerarsi inerente all'anno precedente da quello nel quale si presenta la domanda.