A milioni di italiani è giunto un messaggio Whatsapp relativo ad un aumento di 30 o 35 euro da pagare sulle Bollette delle luce inerenti all'Azienda Enel; sono moltissimi gli utenti che si sono visti arrivare questo tipo di messaggistica, il fatto è che la sua circolazione, all'interno dell'applicazione, viene divulgata sotto forma di una di quelle tipiche e odiose catene di Sant'Antonio.

La divulgazione della bufala

Il messaggio che nelle ultime ore sta circolando sui rincari di luce riferenti al colosso Enel è il seguente: Condividete, nella fattura della luce del prossimo aprile, troverete un aumento da 30 a 35 € questo per risanare il buco da milioni di euro formatosi a causa di utenti morosi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Whatsapp

Nell'attesa della decisione del Tar, io non intendo pagare, ma questo se non saremo in tanti non servirà a nulla. Mi sembra opportuno unirsi a chi sta architettando questa civilissima protesta....

Che ne pensi?' C'è da evidenziare che l'Enel procederà effettivamente con dei rincari, ma è ancora presto per parlare di numeri dato che il provvedimento è ancora in via decisionale. [VIDEO]

Maggiore chiarezza per i consumatori

In buona sostanza il messaggio bufala sosterrebbe che a colmare l'ammanco dovuto al mancato saldo di alcune bollette dovrebbero essere i cittadini onesti. Per intendersi gli stessi che le proprie bollette le hanno sempre onorate. Un ragionamento che non sta evidentemente in piedi dato che un provvedimento del genere renderebbe Enel invisa alla stra grande maggioranza dei propri clienti. La verità come spesso accade in situazioni del genere sta in mezzo. L'Enel come già accennato pensa a dei rincari anche e soprattutto perchè deve affrontare un vuoto di un miliardo di euro provocato da chi non paga le bollette ma non il discorso è ben più complesso di quello fatto passare dal messaggio-fake.

Sulla bufala di WhatsApp interviene l'Enel

Nelle scorse ore è così intervenuta anche l'Enel che ribadisce la sua estraneità riguardo la messaggistica di WhatsApp, dichiarandola una notizia bufala. Inoltre il grande Colosso fa chiarezza riguardo al provvedimento preso da Arera, che è esclusivamente finalizzato a reintegrare gli oneri del mancato non versati da parte di alcune imprese venditrici e non dai clienti morosi di bolletta. Enel evidenzia anche che nelle attuali bollette e in quelle future non risulteranno voci aggiuntive. Se ci sarà un aumento, questo riguarderà solo ed esclusivamente gli operatori di mercato dunque, e avrà in tal caso un importo non esagerato. [VIDEO]