Il Bonus asilo nido è il Contributo che l'INPS eroga secondo l'articolo n. 1, comma 355 della legge n. 11 del dicembre 2016. L'importo massimo del contributo è di 1000 euro ed è destinato a sostenere le spese dovute all'asilo nido sia pubblico che privato. L'INPS ha comunicato ufficialmente in data 1/03/2018 che a partire dal giorno 2 marzo 2018 ha rilasciato la possibilità di integrare le domande presentate nel 2017 per il Bonus asilo nido richiedendo gli arretrati dovuti, a meno che la richiesta non sia già stata effettuata in precedenza. Il termine entro cui presentare la domanda è il 31/03/2018, potranno presentare la richiesta coloro che hanno già inviato la domanda bonus per l'anno 2017 ma hanno omesso alcuni mesi di contribuzione.

Bonus asilo nido: chi ne ha diritto?

Il Bonus asilo nido è un supporto di 1000 euro alle famiglie con bambini piccoli che abbiano la necessità di usufruire dell'asilo nido. Vediamo nei dettagli a cosa serve il bonus, chi ne ha diritto e come viene erogato.

Il Bonus Nido contribuisce all'assolvimento dei pagamenti dovuti al nido fino ad un massimo di 1000 euro e viene corrisposto in caso di famiglie con bambini nati o adottati a partire dal 1/01/2016, bambini con età inferiore ai 3 anni, bambini che non possono frequentare l'anno scolastico interamente a causa di gravi malattie croniche, in questo ultimo caso il contributo si intende come aiuto alla forma di supporto adeguato presso la propria abitazione.

Il Bonus nido viene versato nel corso di un anno suddividendolo in 11 mensilità corrisposte sulla base della domanda della famiglia che ha dovuto pagare il nido.

I 1000 euro verranno versati in seguito alla presentazione dei documenti necessari a comprovare il pagamento di ogni singola retta. Per ognuna delle rette versate si otterrà il contributo di 90,91 euro al mese per 11 mesi, per un totale di 1000 euro.

Asilo nido privato

Il Bonus asilo nido viene versato alle famiglie aventi diritto al contributo per le rette del nido sia pubblico che privato purché autorizzato. L'asilo nido autorizzato è quella struttura che ha ottenuto i permessi necessari al corretto funzionamento dall'Ente locale di competenza nel rispetto delle norme vigenti. Non sono comprese nel Bonus i rimborsi spese dovute a frequentazione di ludoteche, pre e dopo scuola, spazio gioco, etc.

Requisiti necessari per i genitori

I genitori che richiedono il Bonus asilo nido devo essere in possesso di specifici requisiti:

  • devono essere residenti in Italia
  • devono essere cittadini italiani o europei o essere registrati come rifugiati politici secondo Dls 252007
  • i genitori che non sono in possesso della cittadinanza italiana o comunitaria si richiede il permesso di soggiorno UE
  • i genitori richiedenti devono dimostrare di essere coloro che versano il pagamento della rata alla struttura scolastica indicata
  • coloro che richiedono il contributo per bambini con patologie che impediscono la frequentazione scolastica devono dimostrare di coabitare con il figlio o nel medesimo comune.

Il bonus verrà pagato tramite bonifico bancario, postale o versamento su libretto postale oppure su carta con IBAN [VIDEO].

Per i pagamenti in cui si utilizza l'IBAN è richiesto dall'INPS il modello SR163.

Come richiedere il Bonus nido

La domanda per richiedere il Bonus asilo nido 2018 si può presentare dal giorno 29 gennaio 2018 fino alle ore 24 del giorno 31 dicembre 2018. La richiesta va inviata per via telematica nei seguenti modi:

  • Via web tramite i Servizi telematici accessibili al cittadino tramite PIN personale accedendo al sito dell'INPS.
  • Sempre via internet tramite il Sistema Pubblico di identità digitale, SPID oppure la Carta Nazionale dei Servizi, CSN
  • La domanda si può inviare anche telefonando al numero verde gratuito 803.164, Contact Center Integrato INPS
  • In alternativa ci si può rivolgere agli Enti di Patronato.

Se in una famiglia vi sono più bambini che devono accedere all'asilo nido si deve procedere con la richiesta di Bonus nido per ciascun figlio. I documenti necessari per fare la domanda sono:

  • Nome dell'Asilo nido
  • Codice fiscale dei genitori richiedenti
  • Codice fiscale dei figli
  • Certificato del pediatra (Art. 4)

Come richiedere gli arretrati del Bonus 2017

A partire dal giorno 2/03/2018 l'INPS ha pubblicato sul sito ufficiale la possibilità per i cittadini che hanno presentato le domande Bonus asilo nido nel 2017, di richiedere l'integrazione della domanda con i mesi mancanti. Tramite la nuova funzione applicata al portale del cittadino si può inviare la richiesta allegando i documenti riguardanti la spesa sostenuta negli ultimi 4 mesi del 2017. La domanda va inviata entro e non oltre il 31/03/2018 [VIDEO].