Il neonato 'Governo del Cambiamento', così come è stata definita l'attuale squadra nata dall'accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle, è ormai pronto per cominciare il proprio percorso; alla sua guida è stato posto il giurista Giuseppe Conte, che nel breve discorso tenuto dopo aver ricevuto l'incarico dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha dichiarato di voler essere l'avvocato degli italiani. Ma quale sarà lo stipendio del neo premier [VIDEO]? Questa è sicuramente una domanda che molti cittadini italiani si sono posti nelle ultime settimane, e che, fortunatamente, ha una risposta che in qualche modo lascia in qualche modo sorpresi.

In Italia, infatti, il premier ha una retribuzione annua netta di 'soli' 80.000 euro, che corrispondono più o meno a 6.700 euro mensili.

Uno stipendio di tutto rispetto, non c'è che dire, ma che risulta notevolmente più basso rispetto a quello percepito dal Presidente della Repubblica (239.000 euro all'anno, circa 20.000 euro al mese) e a quello di deputati e senatori (che in alcuni casi arriva anche a 13.000 euro al mese).

Non essendo stato eletto, infatti, Giuseppe Conte non ha diritto alla cosiddetta indennità parlamentare, vale a dire alla retribuzione mensile di circa 10.450 euro lordi (pari a circa 5.000 euro netti) riconosciuta agli altri parlamentari al fine di coprire le spese legate al ruolo da loro svolto. Un aspetto importante per i cittadini, che può esser letto come un primo step del governo giallo-verde verso il raggiungimento di uno degli obiettivi principali del contratto di governo: la riduzione dei costi della Politica.

Lo stipendio del Presidente del Consiglio è tra i più bassi al mondo

Quello del nostro Presidente del consiglio è senza dubbio un ottimo stipendio, ma se confrontato con quello di altri leader in Europa e nel mondo risulta davvero di gran lunga più basso. Per citare solo qualche esempio: la cancelliera tedesca Angela Merkel ha uno stipendio di 369.000 dollari all'anno (circa 316.000 euro), Donald Trump, in qualità di Presidente degli Stati Uniti d'America, guadagna circa 400.000 dollari l'anno, e il Presidente della Confederazione svizzera Alain Berset percepisce ben 482.000 dollari annui. Ma il leader più pagato al mondo si trova in Australia: si tratta del Presidente Malcolm Turnbull il quale gode, infatti, di uno stipendio annuo di ben 527.000 dollari, cinque volte più alto di quello che percepirà il nostro premier.