I clienti con conti correnti bancari in Intesa San Paolo sono stati presi nuovamente di mira da parte dei cybercriminali: negli ultimi giorni infatti sono stati diversi i oorrentisti che hanno ricevuto tentativi di phishing attraverso le proprie mail. Non è la prima volta che questo accade, motivo per cui banche come Unicreti, BNL e appunto la stessa Intesa San Paolo, si sono attrezzate per fronteggiare gli attacchi online degli hacker e cercano di informare i propri clienti in merito.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Affari e Finanza

Le mail che tentano di ingannare i correntisti

Il metodo adottato dai criminali molte volte porta i clienti a cadere nelle trappole da loro ideate: le mail truffaldine si presentano infatti con le stesse sembianze di una normale mail inviata [VIDEO] dalla propria banca.

Nel caso dell'ultima truffa, gli utenti Intesa SanPaolo hanno ricevuto una messaggio nel loro indirizzo di posta collegato al proprio conto corrente che parla di un 'errore nei servizi online'. Il messaggio è impostato in maniera personalizzata e dunque risulta molto credibile al lettore. Alla fine, viene inserito un tasto che riporta la scritta 'verifica adesso' e che spinge l'utente a cliccare: cliccando, verranno richiesti alcuni dati personali che il correntista potrebbe inconsapevolmente rilasciare. I malintenzionati avranno così sottratto datti strettamente personali con cui sarà loro possibile prelevare soldi dai conti.

Attenzione alle false mail

Il gruppo bancario Intesa SanPaolo, come del resto anche gli altri, ha allertato i propri clienti in modo tale che possano prestare la dovuta attenzione alle mail di phishing.

Molto spesso accade infatti che i clienti di diverse banche siano contattati tramite mail o sms con messaggi truffa. Nel 90% dei casi, queste mail riportano alcuni link [VIDEO] su cui l'utente è invitato a cliccare. La grafica della pagina che va ad aprirsi cliccando sul link è molto simile a quella della pagina originale in modo tale da riuscire ad ingannare facilmente gli utenti.

Nel caso si ricevano messaggi di questo tipo, l'invito è quello di non cliccare mai sui link riportati e avvisare invece le forze dell'ordine. Chi invece si accorge di aver comunicato erroneamente i propri dati in seguito al messaggio di phishing, deve immediatamente cambiare il pin di accesso alla propria banca e in seguito mettersi in contatto con la filiale per capire se qualcuno abbia effettuato qualche movimento sul proprio conto e bloccare i servizi in maniera automatica. Sarà possibile effettuare questa operazione inserendo per cinque volte un pin errato.