Nella fredda Davos, tra le Alpi della vicina Svizzera, si sta attualmente tenendo il World Economic Forum e a prendere parola sono stati i maggiori investitori in Blockchain in ambito mondiale. Fa scalpore la previsione di Jeff Schumacher, fondatore di BCG Digital Ventures, il quale ha a malincuore ammesso: "Il Bitcoin? Credo che andrà a zero. Penso questa sia davvero una gran tecnologia, ma non credo possa considerarsi una valuta. Non ha alcun fondamento". Schumacher da anni investe in imprese innovative che sono riuscite ad adattarsi e ad implementare al proprio operativo l'utilizzo delle criptovalute, tuttavia la fiducia relativa al Bitcoin, che ha dato il via a questo filone degli ultimi anni, anche per chi come lui ci ha scommesso sin dagli albori, è ai minimi storici.

Pubblicità

Il Bitcoin scenderà a 0 e l'opinione è condivisa

Eppure Schumacher non è l'unico convinto del disastroso finale che spetta al Bitcoin; tra i relatori presenti all'evento economico-finanziario è possibile citare il CEO di Ripple, altra criptovaluta che alla sua nascita fece ben sperare i propri investitori. Brad Garlinghouse, l'uomo in questione, si è detto completamente in sintonia con le parole di Schumacher. E' doveroso arrivati a questo punto fare una doverosa precisazione: questi uomini, forse tra i massimi esponenti mondiali per quanto riguarda l'ambito delle criptovalute, non hanno perso la loro fiducia nell'investire e nel mastodontico mercato delle valute digitali, tutt'altro.

L'opinione comune è quella di un futuro (neanche troppo remoto) basato sulla tecnologia Blockchain nella maggior parte dei settori industriali, sfruttando in questo modo i sistemi aperti di tale tecnologia per quanto concerne le loro attività d'impresa.

Un anno critico per il mercato delle criptovalute

Sono tanti gli investitori che hanno creduto ad una ripresa della moneta, tuttavia con scarsi risultati e grandi perdite. Il 2018 potrebbe essere stato difatti l'anno più difficile per quanto riguarda questo grande mercato.

Pubblicità

Il valore del Bitcoin registrato alla fine del dicembre 2018 mostra una variazione negativa dell'80% rispetto al valore della moneta nel dicembre 2017, un calo a dir poco impressionante ma non isolato. Ethereum, Litecoin e il loro asset hanno registrato varie e numerose perdite. Per rendere chiaro il drastico calo basti pensare che il valore del Bitcoin in questi giorni si aggira a circa 3.500,00 dollari, una cifra considerevole ma poco cospicua se si pensa che il valore è solo un quarto rispetto a quello dell'anno precedente.