Il bonus tv e decoder è attivo. L'ufficialità arriva dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 270 del 18 novembre 2019. Nel decreto attuativo pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico sono contenute tutte le nuove misure dirette alle nuove generazioni di televisori. Uno sguardo particolare viene riservato alle agevolazioni previste dal bonus tv per le famiglie con un Isee che rientra nei 20 mila euro.

Lo sconto massimo applicabile ammonta a 50 euro. Si tratta di un incentivo destinato agli acquisti online o nei negozi.

Il mini contributo potrà essere richiesto dopo 30 giorni dall'avvenuta pubblicazione nel decreto nella Gazzetta Ufficiale. Lo sconto è valido fino al 31 dicembre 2022, nei limiti delle disponibilità delle risorse, le quali in data odierna ammontano a 151 milioni di euro.

Bonus tv sarà valido per tecnologia DVB-T'' HEVC, main 10

Come si legge su Il Sole 24 Ore, entro il 2022 scatterà la sostituzione delle tv e decoder. Difficile stabilire oggi se il televisore si dovrà cambiare, o se basterà solo sostituire il decoder.

Lo sconto previsto dal bonus potrà essere utilizzato su qualsiasi apparecchio televisivo. Mentre il decoder dovrà essere fornito con prese o convertitore, capace di accedere alle nuove trasmissioni sulle televisioni di vecchia generazione. La norma prevede una piena neutralità tecnologica, in piena concordanza con le direttive UE. Il complesso degli strumenti necessari per l'uso del digitale terrestre deve necessariamente contenere la tecnologia DVB-T” HEVC, main 10.

Per la sostituzione della tv si può aspettare fino al 2022

Al momento non vige un vero obbligo urgente che comporti la sostituzione immediata del decoder o del televisore.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Affari E Finanza

Di certo si sa che per la sostituzione si può ancora aspettare. Infatti l'ultima data disponibile è il 2022. Rammentiamo che la norma sulla sostituzione degli apparecchi televisivi e decoder non investe tutti gli utenti. In particolare, riguarderà solo gli apparecchi obsoleti tecnicamente, cioè risalenti alla tecnologia DVB-T1.

Questo perché i vecchi decoder non sono in grado di reggere il passaggio alle frequenze mobili incluse tra i 694 e i 790 MHz. In pratica non riuscirebbero ad allacciarsi alle nuove trasmissioni televisive del digitale terrestre Dvb-t2 HEVC, main 10. Quest'ultimo rappresenta il riferimento per sapere esattamente se il televisore o il decoder necessita della sostituzione.

Requisiti Isee

Gli incentivi per l'acquisto della tv o del decoder partono dal 18 dicembre 2019 e terminano il 31 dicembre 2022. Per l'acquisto l’utente deve esibire al venditore un atto notorio, allegando a esso una copia del documento di riconoscimento. Nella dichiarazione l'utente indica che possiede un Isee pari o non superiore ai 20mila. Nello stesso atto dichiara altresì che nessuno dei componenti appartenente al nucleo ha già usufruito del contributo.

Il venditore, attraverso il servizio online dell’Agenzia delle Entrate, procede alla trasmissione degli atti ricevuti dall'acquirente.

Novità video - Riforma del Mes: cosa è il "Fondo salva Stati"?
Clicca per vedere

L’Agenzia segue vari step: prima verifica che l’apparecchio disponga delle norme di adeguatezza conformi all'uso del nuovo sistema, poi accerta la giacenza delle risorse. Infine, comunica al venditore la disponibilità dello sconto. Attraverso il modello F 24 online il venditore recupera sotto forma di credito d'imposta l'importo previsto dal bonus.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto