A differenza di quanto previsto per l'Autoimprenditorialità,nessuna novità, nel 2014, per quanto riguarda le norme legate alle domande diammissione ai contributi inerenti l'autoimpiego:è già possibile infatti presentare – sul sito Invitalia – le richieste periniziative esclusivamente da realizzarsi in Abruzzo, Basilicata, Calabria,Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Nell'ambito di tali agevolazioni rientrano piccoleiniziative imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di primaoccupazione.

È possibile, quindi, accedere a questo tipo di sostegno peri lavoratori autonomi che, conl'inquadramento della ditta individuale, vogliano avviare un'attività di entitàridotta con investimenti complessivi non superiori ad € 25.823,00. Sono esclusidall'agevolazione coloro che abbiano in essere un qualsiasi tipo di rapportolavorativo (contratto a tempo determinato, indeterminato, parziale, contratto aprogetto intermittente o ripartito), i liberi professionisti, i titolari dipartita Iva (anche se non movimentata), gli imprenditori ed i loro coadiutori(anche se familiari, se si tratta di impresa familiare) e gli artigiani; laditta individuale deve essere costituita dopo la presentazione della domanda.

Altri soggetti idonei a richiedere l'agevolazione sonocoloro che intendano avviare una piccola attività in forma di società dipersone (microimprese), coninvestimenti non superiori ad € 129.114,00. Oltre i soggetti precedentementeindicati, sono escluse da questa forma di sostegno le ditte individuali, lesocietà (di capitali, di fatto e con un unico socio) e le cooperative.

Anche l'attività di Franchising(come ditta individuale da costituirsi dopo la presentazione della domandao società, che deve essere già costituita all'atto di presentazione delladomanda), purché intrapresa con Franchisor accreditati da Invitalia; anche inquesto caso sono esclusi i soggetti di cui sopra.

Per quanto riguarda l'Autoimpiego, le tipologie dicontributi sono finanziamenti a fondo perduto e mutui agevolati e contributi afondo perduto per la gestione; sono altresì previsti servizi di assistenzatecnico-gestionale.

La domanda di ammissione deve contenere un dettagliato piano d'impresa.L'accesso alle agevolazioni è condizionato dal superamento di un colloquiofinalizzato a verificare le competenze necessarie alla realizzazionedell'iniziativa da parte del richiedente. La Guardia di Finanza monitorerà ilciclo dei finanziamenti concessi in ogni passaggio, onde evitare un utilizzonon corretto degli importi ottenuti.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto