L'accesso allapensione anticipata già a 57 anni, ma con un'anzianità contributiva pari a 35anni, è possibile grazie al ritorno del metodo contributivo per le donne lavoratricidel settore pubblico che privato, nonché delle lavoratrici autonome.

Pensione donnecalcolo contributivo 35 anni

L'ultima propostain tema di riforma Pensioni che tiene banco da due anni circa, da quando cioè èentrata in vigore la sconvolgente riforma pensioni Fornero, l'ex ministro dellavoro e delle politiche sociali a capo del dicastero del welfare durante ilGoverno guidato dal professor Mario Monti, il decreto salva Italia, D.l.

n. 201del 2011, riguarda la pensione donne. Se dal 1 gennaio 2014 sono cambiati, proprioper effetto della riforma pensioni Fornero i requisiti per l'accesso tantoalla pensione anticipata, tanto a quella di vecchiaia, sia per gli uomini cheper le donne, per queste ultime le cose potrebbero nuovamente cambiare.

Calcolo contributivopensione donne 57 anni: cosa cambia?

Donne lavoratricidel settore privato e di quello pubblico infatti, secondo l'ultima proposta cheattende l'ok definitivo del Parlamento, potrebbero accedere alla pensioneanticipata con qualche anno in meno rispetto a quelli attualmente richiesti, macon determinati anni di contributi alle spalle. Ossia accesso pensioneanticipata donne a 57 anni e 35 di contributi Inps.

È in sostanza il ritornoal metodo contributivo, ossia il calcolo pensione in base agli anni dicontributi versati all'Inps. Ovviamente per chi accede al metodo contributivoper ottenere la pensione a 57 anni e con 35 di contributi versati, dovràsempre fare i conti con il taglio dell'assegno mensile Inps che potrebbe esseredel 15 o 20% e durare anche per tutta la vita.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!