Per la giornata del 20 settembre, è previsto uno sciopero nazionale dei treni, precisamente dalle 21:00 di sabato 20 settembre alle 21:00 di domenica 21 settembre 2014. Il blocco dei treni è stato indetto dall'organizzazione sindacale autonoma Cat: oltre ai lavoratori Trenitalia la sospensione del lavoro coinvolgerà il personale di Ntv e Trenord. Anche se non è una manifestazione appoggiata dai tre principali sindacati italiani, molti treni potrebbero o meglio dovrebbero, secondo le prime previsioni, subire ritardi o addirittura possibili cancellazioni.

Massima attenzione quindi per chi deve mettersi in viaggio col treno sul territorio nazionale nel fine settimana, specialmente per chi dovrà usufruire dei treni locali e regionali.

Per quanto riguarda le Frecce Av di Trenitalia difatti non dovrebbero esserci disguidi di nessun genere ed è stato assicurato quindi un viaggio regolare di tutte le Frecce. Assicurato anche il collegamento Stazione Roma Termini Aeroporto Fiumicino col treno Leonardo Express. Se per il trasporto ferroviario si prospettano quindi ore molto difficili per le giornate del 20 e del 21 settembre, non andrà certo meglio per chi dovrà mettersi in viaggio con l'aereo la settimana successiva.

Per la giornata di sabato 27 settembre 2014 infatti è previsto uno sciopero a livello nazionale dei lavoratori del comparto aereo, aeroportuale e indotto, esattamente dalle 10:00 alle 18:00.

La manifestazione è stata indetta dalla Confederazione Cub, con adesione dei Cub trasporti e Flaica Cub. A fianco di questa manifestazione sindacale, è previsto anche lo sciopero dei lavoratori del comparto Enav. I controllori di volo incroceranno le braccia sempre nel medesimo orario 10:00 - 18:00. Lo sciopero è stato indetto indetto dall'organizzazione sindacale Cila.

Massima attenzione quindi a chi deve mettersi in viaggio proprio in quelle ore. Consigliamo come sempre di rivolgersi anticipatamente alle proprie compagnie aeree per avere delucidazioni circa possibili ritardi o cancellazioni di voli.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!