Lo stipendio dei docenti non prevederà più gli scatti di anzianità automatici: questo è quanto stabilito dal Miur e da Renzi, come illustra il fascicolo La Buona scuola, presentato dal premier stesso qualche giorno fa. L'aumento dello stipendio adesso dipenderà da un calcolo meritocratico, basato su titoli, incarichi extra insegnamento e meriti didattici. Ma perché questo radicale cambiamento? Proviamo a capire se dietro c'è il trucco, cominciando dalle analisi esposte sul sito OrizzonteScuola, che calcola che col nuovo metodo di retribuzione lo stato potrà ottenere un risparmio che oscilla dai 200 ai 331 milioni di euro.

Pubblicità

Com'è possibile?

Miur, La Buona Scuola: aumenti degli stipendi bluff

La riforma La Buona Scuola, prevede che il primo scatto stipendiale possa avvenire dopo 4-5 anni (per i nuovi immessi in ruolo), e poi ogni tre anni. Il fatto è che non tutti riceveranno lo scatto stipendiale, ma solo il 66% degli insegnanti (i 2/3), quelli appunto più meritevoli. Ma i meno meritevoli non sono per forza quelli meno capaci, ma semplicemente coloro che non possono dedicarsi ad altro oltre che all'insegnamento (magari perché hanno una famiglia a cui pensare...).Insomma, più che di incentivi, possiamo parlare di veri e propri tagli.

Ma non finisce qui. Come risulta dall'analisi dei Professori Antonello Venditti ed Eliana Vianello, sempre riportate sul sito OS, ogni docente potrà in media percepire due scatti ogni tre tornate, dato che questi saranno concessi solo al 66% dei docenti e che i meritevoli non dovrebbero essere sempre gli stessi. Praticamente si tratta di una fregatura camuffata da belle parole, che va contro quanto richiesto dall'OCSE poco tempo fa, ovvero gli aumenti degli stipendi degli insegnanti. L'Italia risulta agli ultimi posti come stipendi dei docenti.

Pubblicità

E gli insegnanti cosa ne pensano? Secondo un sondaggio l'88% è contrario, quindi dato che la riforma va fatta tenendo conto dei pareri del popolo, questo metodo di calcolo non dovrebbe essere attuato. Giusto? Continuate a seguirci per altre informazioni utili!