Continua lo stato di assoluta confusione riferito al TFA 2014 secondo ciclo, con i termini di iscrizione in vista della seconda prova che saranno riaperti ma solo per i candidati che avevano scelto Atenei che hanno incontrato problemi di disallineamento dell’offerta formativa. Il Miur è così intervenuto con una nota esplicativa sottolineando come si debbano comportare i candidati e quale sia il range di tempo a disposizione degli stessi Atenei per risolvere il problema del disallineamento prima dell’effettuazione della seconda prova del TFA 2014.

Pubblicità

Sempre al riguardo della seconda prova continua poi a tenere banco il problema connesso alle date del test, dato che per molte classi di concorso accorpate la prova si terrà negli stessi identici giorni; i candidati che hanno superato la preselezione di luglio per entrambe le classi di concorso rischiano così, data la contemporaneità, di non poter sostenere la stessa seconda prova del TFA 2014 riferita ad ognuna delle cdc per le quali avrebbe diritto a concorrere, un problema questo che il MIUR aveva già dovuto affrontare in riferimento al TFA del 2012 e che oggi come allora ci si augura possa risolvere a breve.

Certo, se si pensa che la preselezione si è tenuta a luglio e che oggi, a novembre praticamente inoltrato, si ragiona ancora sulle date di svolgimento della seconda prova, ben si comprende come la macchina burocratica retta dal MIUR abbia fallito in riferimento all’organizzazione del secondo ciclo del TFA 2014.

TFA 2014, seconda prova, riallineamento offerta formativa e date test: il MIUR chiarisce ma quanti disservizi per i candidati

Come accennato in apertura, a breve saranno riaperti i termini utili per iscriversi alla seconda prova del TFA 2014: la possibilità di scegliere nuovi Atenei sarà però concessa ai soli candidati che in prima istanza avevano individuato Università che hanno poi avuto problemi di disallineamento tra l’offerta formativa e i posti programmati dal bando sul TFA 2014 pubblicato a maggio. Una nota recentemente diffusa dal MIUR ha chiarito che gli Atenei hanno tempo fino al 29 ottobre per procedere al riallineamento del numero di posti messi a disposizione per ogni percorso abilitante, con i candidati che potranno procedere ad effettuare nuovamente la scelta degli Atenei in vista di seconda e terza prova del TFA 2014 solo al termine delle procedure stesse di riallineamento operate dalle Università. A fianco al problema del disallineamento continua poi a tenere banco quello connesso alle date di svolgimento della seconda prova del TFA 2014, con numerosi Atenei ad aver scelto lo stesso giorno in riferimento a classi di concorso accorpate tra loro; la cosa impedirebbe ad un candidato di concorrere per entrambe le cdc, un disservizio inaccettabile che il MIUR dovrà rimuovere e risolvere al più presto. Nel 2012 affrontò questa criticità mediante la creazione di alcuni specifici coordinamenti, potrebbe essere un’idea anche per questo 2014 ma ancora non si hanno notizie certe. Se desiderate continuare a rimanere aggiornati su TFA 2014 e universo dell’Istruzione vi invitiamo a cliccare il tasto ‘Segui’ in alto a destra.