Non c'è occasione che non sia buona per parlare su come cambiare la riforma Pensioni targata Monti-Fornero, da tutti invisa, ma che nessuno riesce a modificare. Da Cesare Damiano, esponente del PD Presidente e della commissione Lavoro, al suo vicepresidente Walter Rizzetto del M5S, a singoli onorevoli , arrivano proposte di cambiamento, il cui fine è quello di dare una spinta alle decisioni che il governo dovrà prendere nell'immediato, cogliendo le opportunità offerte dall'approvanda Legge di stabilità. Se intervenire per cambiare, se non addirittura cancellare la legge Fornero, che tanti danni ha prodotto, sembra ancora un miraggio, allora perchè non intervenire per singole categorie? Questo l'interrogativo che anima le diverse proposte che in questo periodo si stanno materializzando. Sembra una vera e propria gara, una sfida di tutti contro tutti per cercare le soluzioni più idonee e meno invasive per le finanze dello Stato.

Ferrovieri, quota 96, reversibilità, opzione donna, pensioni d'oro

Facciamo allora una sintesi delle varie proposte messe in campo da singoli esponenti dei vari partiti, dal Governo e dalla Commissione Lavoro. Molti esponenti dei vari partiti, seppur con formule diverse, propongono :

  • definitiva soluzione dell'incredibile quanto annosa vicenda dei 4mila lavoratori della scuola (gli arcinoti ex Quota 96) rimasti intrappolati dalla legge Monti-Fornero del dicembre 2011, proposta della senatrice Puppato del PD;



  • prepensionamento a 58 anni del personale ferroviario, in considerazione delle mansioni disagiate e delle professionalità usuranti;



  • il 100% della pensione del coniuge defunto, alle mogli superstiti;



  • cumulabilità del reddito del coniuge superstite con quello del defunto, anche se con alcune limitazioni.
Cesare Damiano, Presidente della XI Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati ed ex Ministro del lavoro, propone di:



  •     prorogare ancora l'opzione contributivo donna, in scadenza nel 2015;
  •     estensione del bonus di 80 euro ai pensionati;
  •     introduzione della flessibilità nel sistema previdenziale.



Walter Rizzetto, Vicepresidente della Commissione Lavoro della Camera dei deputati, presenta una mozione nella quale propone:



  •  prelievi su pensioni "d'oro e d'argento", come lui stesso le definisce;
  •  detassazioni per le pensioni minime. Lo scopo è un alleggerimento della pressione fiscale a chi ha maggior bisogno di tutele.


Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!