'A dicembre la protesta contro la Buona Scuola sarà solo un lontano ricordo: gli insegnanti e le famiglie comprenderanno che non si tratta di una riforma 'contro', ma di una a favore della scuola'.
Le parole del Presidente del Consiglio sembrano voler trasformare il clima di tensione di questi giorni in una sorta di 'quiete dopo la tempesta'. 
Dopo le quasi 50 mila nomine che completeranno a settembre l'organico di diritto, a novembre sarà la volta dell'organico funzionale e poi, come detto, a dicembre ci sarà il bando da 60mila posti.

Renzi scommette con i docenti: 'Vi ricrederete sulla Buona Scuola'

E' una scommessa quella che vuole lanciare Renzi al mondo della scuola: il premier vuole scommettere che tutto andrà bene, che gli insegnanti dovranno addirittura ricredersi o forse chiedere scusa per gli scioperi, le manifestazioni, le critiche e persino le offese rivolte nei suoi confronti negli ultimi mesi. Per far si, però, che la Buona Scuola riesca, fin da subito o quasi, a conquistare i 'cuori' dei docenti, dovrà funzionare tutto a puntino e nei minimi particolari. 
Ecco perchè c'è bisogno di organizzazione. Il Miur, a questo proposito, con l'ausilio del governo, ha intenzione di predisporre una vera e propria 'task force' tecnica e politica che abbia il compito di vigilare e di coordinare l'avvio della riforma Buona Scuola

Riforma Renzi, Davide Faraone come uomo 'chiave': la 'Buona Scuola' è già 'legge' nella realtà?

Uno degli uomini chiave che si occuperà di coordinare le diverse fasi riguardanti le assunzioni sarà il sottosegretario all'Istruzione, Davide Faraone: a questo proposito è già stato predisposto un incontro tra l'amministrazione centrale del Miur e i direttori scolastici regionali, al fine di esplicare al meglio e il più rapidamente possibile tutte le diverse operazioni.
In pratica, se la riforma della Buona Scuola ancora non è 'legge' sul piano formale, sembra già esserlo nella realtà, visto che al governo e al Ministero dell'Istruzione ci si sta già organizzando per anticipare i tempi. Sarebbe un peccato che qualcosa andasse storto prima dell'avvio del nuovo anno scolastico 2015/2016.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto