Prosegue lo stato di grande fermento relativo all’iter di riassetto del sistema previdenziale. Nonostante la pausa estiva sia ormai dietro l’angolo Commissione Lavoro e forze parlamentari continuano ad indire riunioni e meeting con l’intento di gettare le basi di una manovra che vedrà comunque la luce il prossimo autunno a margine della Legge di Stabilità. Le ultime news sulle pensioni aggiornate ad oggi 7 agosto si rifanno innanzitutto alle parole di Padoan e a quelle di Boeri ma ruotano anche attorno all’ufficializzazione del servizio ‘La mia pensione’, con l’INPS ad aver reso disponibile al riguardo un video tutorial su YouTube.

Pubblicità

Sul versante parlamentare invece tutti gli occhi sono puntati sul meeting previsto per oggi in Commissione Lavoro nel corso del quale si discuterà anche e soprattutto di Opzione Donna. In un contesto ancora una volta dominato dall’attivismo del presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano e dal numero uno dell’INPS Tito Boeri, bisogna però sottolineare l’atteggiamento di Renzi, che continua ad avere in testa solo il diktat imposto alcune settimane fa dall’UE: l’Italia non è nelle condizioni di stanziare grossi capitoli di spesa sul versante della previdenza, il caso greco d’altronde è lì a dimostrare che è meglio non disubbidire ai padroni.

Novità pensioni 2015 oggi 7 agosto: Padoan, Renzi e reddito minimo, oggi nuovo meeting in Commissione Lavoro

‘Il lavoro del Governo Renzi su Pensioni e fisco sta andando avanti senza intoppi’: ad assicurarlo è stato il ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan che è tornato a ribadire come la Legge di Stabilità sarà il volano tramite il quale proporre la riforma della previdenza, il tutto calato in un’ottica di lungo termine che escluda di considerare solo agli effetti immediati.

Pubblicità

Le ultime news sulle pensioni 2015 aggiornate ad oggi 7 agosto si rifanno però anche alle parole di Tito Boeri, presidente INPS, che ha ribadito il proprio sostegno all’introduzione del reddito minimo: ‘L’INPS, per contrastare la povertà, ha proposto al governo Renzi di introdurre un sistema di reddito minimo garantito che abbiamo chiamato sostegno di inclusione attiva per le persone che hanno più di 55 anni e per le loro famiglie. Siamo voluti partire da questo gruppo di età intanto perché volevamo restare nell’ambito delle competenze e delle possibilità dell’istituto.

E poi perché la fascia al di sopra dei 55 anni ha registrato il maggiore incremento nell’incidenza della povertà. Il reddito minimo è un diritto di cui le persone possono godere […] Sui costi non posso entrare nello specifico delle cifre per doveri di riservatezza, ma posso dire che aiutando solo chi ha davvero bisogno si riesce a spendere poco’. E mentre sul versante istituzionale si attende l’esito dell’incontro che si terrà quest’oggi in Commissione Lavoro, l’istituto di previdenza nazionale ha ufficialmente lanciato ‘La mia pensione’, il servizio online che consente di calcolare quello che sarà l’assegno spettante alla fine della propria carriera lavorativa.

Pubblicità

La procedura di calcolo, esposta per intero all’interno di un video tutorial pubblicato dall’INPS su YouTube (qui il link: https://www.youtube.com/watch?v=nFpP4-_R_Lc), si basa su tre elementi fondamentali: l’età, la storia lavorativa e la retribuzione/reddito. L’operazione trasparenza annunciata a più riprese da Boeri sta dunque prendendo il via.