Il premier Renzi, in un'intervista pubblicata dal quotidiano L'unità, mette in evidenza che la legge Fornero potrebbe essere modificata con dei correttivi: 'Spero che riusciremo a trovare una soluzione già nella prossima Legge di Stabilità', attraverso una soluzione flessibile che permetta ai lavoratori di uscire dal lavoro prima del raggiungimento degli attuali requisiti pensionistici.

Renzi ha evidenziato la rivoluzione fiscale con l'abolizione della Tasi prima casa

Ricordiamo che, nell'audizione alla Camera del ministro Padoan, avvenuta lo scorso 15 settembre, quest'ultimo aveva specificato che bisognava escludere qualsiasi intervento alla legge Fornero. Il presidente del Consiglio, invece, sembra essere più possibilista su un intervento alla legge previdenziale giá nei prossimi giorni.

Pubblicità

Lo stesso Renzi, sempre dalle colonne del quotidiano del Partito Democratico, ha voluto evidenziare la rivoluzione fiscale che si sta per attuare con la cancellazione della Tasi sulla prima casa. Questa decisione, secondo il suo parere, avrà un effetto psicologico positivo sul mercato dell'edilizia e degli immobili.

Rimangono ancora aperte le questioni sugli esodati e sull'Opzione Donna

Intanto, anche il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, appare piuttosto fiducioso su un possibile intervento previdenziale nel prossimo futuro: 'Stiamo lavorando al dossier Pensioni.

È un tema molto delicato da affrontare ma è comunque all'ordine del giorno'. Poletti sottolinea che il governo sta lavorando per affrontare la questione in maniera approfondita, considerando tutti gli elementi necessari. Ma, mentre si aspetta una possibile soluzione alla flessibilità in uscita, ancora due questioni rimangono ancora aperte e che devono essere risolte nel più prevede tempo possibile: la settima salvaguardia degli esodati e la proroga del sistema contributivo donna. Dichiarazione positiva di Padoan secondo cui 'per l'emergenza esodati si sta lavorando.

Pubblicità

Vedremo cosa si potrà fare nella Legge di Stabilità'.

Verificheremo nei prossimi giorni come il governo Renzi deciderà di affrontare le tante questioni previdenziali ancora aperte.