Comincia oggi, martedì 1 settembre, il nuovo anno scolastico, quello che verrà ricordato come l'anno della riforma Renzi-Giannini: sono tante, decisamente troppe, le incognite che stanno accompagnando la ripresa delle attività didattiche, a cominciare dalle immissioni in ruolo straordinarie stabilite dal Ministero dell'Istruzione.

Assunzioni scuola e precari abilitati, CGIL: 'Docenti dimenticati e invisibili'

A questo proposito, il segretario della Cgil Scuola Benevento, Vincenzo Delli Veneri ha rivolto un pensiero per tutti coloro che sono stati esclusi dal piano di assunzioni ovvero i precari abilitati (PAS, TFA, Scienze della Formazione etc...): la scuola pubblica avrebbe avuto bisogno anche e soprattutto di questi insegnanti, tanto è vero che molti posti rimarranno scoperti.

Pubblicità

La Cgil Scuola non può fare a meno di pensare a questi docenti 'dimenticati ed invisibili': molti di loro, dopo diversi anni di servizio, rischiano di rimanere a casa se non riusciranno ad ottenere un incarico di supplenza.

Cgil Benevento, Delli Veneri: 'Continueremo a vigilare su quanto accadrà nella scuola'

Delli Veneri ha voluto, inoltre, rivolgere un pensiero particolare al personale Ata (Amministrativo, Tecnico e Ausiliario), profondamente segnato dai continui tagli operati sull'organico: per molti di questi lavoratori, preziosi per la buona operatività della scuola, il futuro si presenta, purtroppo, pieno di punti interrogativi che, si spera, possano trovare al più presto soluzione.La promessa della Cgil è quella di continuare a vigilare, allo scopo di tutelare i diritti di chi lavora quotidianamente per il buon funzionamento della scuola e per salvaguardare la dignità di tutto il personale scolastico.

Purtroppo, la riforma, così come è stata concepita, non farà altro che ostacolare la ricerca delle pari opportunità formative, introducendo, al contrario, strutture gerarchiche e accentramento di potere. Il pericolo è quello di prendere una direzione sbagliata, quella che porta alla divisione anzichè all'unione.