Previste per la fine del mese di novembre, le assunzioni in ruolo per i posti di potenziamentomettono altri problemi logistici ai docenti interessati al provvedimento: alcuni hanno accettato una supplenza annuale su altra sede; altri un contratto fino all'avente diritto; altri non hanno accettato alcuni incarico. Le tre situazioni così riassunte non corrispondono tutte alla possibilità per il docente di differire la presa di servizio a seguito della nomina in fase C, per cui sarà obbligatorio svolgere servizio nella Scuola assegnata dal sistema del Miur, come è accaduto nelle fasi precedenti delle immissioni.

Al momento, in relazione alle ultime indiscrezioni su ripartizione e distribuzione dei posti, pare che il Ministero abbia il solo obbiettivo di svuotare il più possibile le GaE e che, in considerazione di tale fine, avranno una proposta di ruolo anche i docenti che hanno abbandonato l'insegnamento da molti anni. Ma vediamo i dettagli e perché dipende dalla tipologia del contratto poter posticipare o meno l'arrivo nella nuova sede di ruolo.

Fase C: è necessario prendere servizio subito?

In sintesi, i docenti che riceveranno una proposta di ruolo durante la fase C su un posto di potenziamento come disposto nella tabella Miur dovranno accettare o rifiutare tramite il portale di Istanze Online con le stesse modalità indicate nelle precedenti operazioni.

Sarà possibile differire la presa di servizio nella sede indicata nell'immissione in ruolo nel caso in cui al momento, per l'anno scolastico 2015/2016 si abbia assunto incarico presso una scuola con contratto di lavoro di supplenza fino al termine delle attività didattiche al 30 giugno 2016o annuale al 31 agosto 2016, ma con una differenza. Sarà possibile posticipare la presa di servizio sulla sede indicata dal potenziamento fino alla data di scadenza del contratto stipulata con la scuola in cui si presta servizio se annuale; se fino al 30/06/2016 il docente dovrà prendere servizio nella nuova sede entro la data del 01/07/2016.

In base a quanto annunciato da Ministero, le sede scolastiche per le immissioni in ruolo sul potenziamento non interesseranno di molto province distanti dalla residenza del docente, che potrà sperare di vedersi assegnato un posto anche nella propria propria provincia.

Non sarà dunque possibile invece differire la presa di servizio per i docenti che non hanno assunto incarico con questa tipologia di contratto, ovvero continuativa, ma si trovino su un contratto fino all'avente diritto o su una supplenza breve a tempo determinato.

In sintesi, si dovrà prendere servizio subito nella sede indicata nella fase C: non sarà possibile rimandare 'la partenza'. Per comprendere meglio, potranno prorogare fino alla scadenza del contratto la data di presa di servizio nella nuova sede i docenti che al momento prestano servizio con contratto fino al 31/08/2016; allo stesso modo i docenti con contratto al 30/06/2016, ma dovranno prendere servizio prima, ovvero entro il 01/07/2016. Dovranno invece prendere servizio subito i docenti che al momento prestano servizio con supplenza breve, che non occupi tutto il periodo di svolgimento delle lezioni, unica situazione in cui non si interrompe la continuità didattica.

Si consideri inoltre che contemporaneamente alle assunzioni della fase C si stanno tenendo di nuovo le convocazioni a seguito della definizione delle nuove graduatorie per gli abilitati all'insegnamento. Se desideri restare aggiornato sulla fase c, clicca su 'segui' in alto a sinistra e/o vota la news.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!