Nei giorni scorsi il ministro Giannini è intervenuto sulle voci che volevano un rinvio a gennaio della pubblicazione del bando per il concorso scuola 2015-2016: il nodo da risolvere è quello della riforma delle cdc che dovrebbe essere pronta per l'emanazione. In questo senso, a margine della manifestazione 'Job&Orienta' tenutasi a Veronafiere, il ministro ha ribadito che tutto sarà pronto se non per il 1 dicembre al massimo per il giorno successivo. Non è detto, in realtà, che sia così ma, in questo articolo, faremo il punto della situazione su tutto ciò che nell'arco dell'ultimo mese è venuto fuori sulle caratteristiche che dovrebbe avere il bando.

Posti e requisiti di accesso al bando per il concorso scuola 2015-2016

Una delle questioni che ha suscitato più polemiche e che ha fatto già partire le 'minacce' di ricorso è quella relativa ai requisiti di accesso del bando per il concorso Scuola 2015-2016. Si tratta, infatti, di una procedura 'anomala' pensata per tutti quei docenti precari rimasti esclusi dal piano di assunzioni, gli insegnanti abilitati tramite PAS, TFA e SFP e coloro che sono in possesso della specializzazione per il sostegno.

I requisiti, insomma, sono i seguenti: abilitazione per l'insegnamento e, per la procedura concorsuale parallela relativa al sostegno, la specializzazione. Potranno partecipare, inoltre, coloro che posseggono il diploma magistrale conseguito entro l'a.s. 2001/2002. Ad essere sicuramente escluse saranno due categorie: coloro che sono già di ruolo e con contratto a tempo indeterminato e coloro che non sono in possesso di titolo abilitante, cioè i semplici laureati.

La suddivisione dei posti, secondo le indiscrezioni venute fuori alcune settimane fa, dovrebbe essere la seguente: 6.800 previsti per la scuola primaria e dell'infanzia, 13.800 previsti per la scuola secondaria di primo grado, 16.300 previsti per la scuola secondaria di secondo grado, 10.900 previsti per la specializzazione sul sostegno.

Prove e tempistiche del concorso scuola 2015-2016

Per quanto riguarda le tempistiche del concorso scuola 2015-2016, le procedure dovrebbero essere svolte entro l'inizio dell'estate in maniera tale da permettere le prime assunzioni a partire dal 1 settembre 2016.

Le prove, dunque, dovrebbero svolgersi entro la primavera-estate 2016 e le Graduatorie di Merito essere pronte per il mese di luglio-agosto.

Un'altra questione è quella che riguarda la tipologia delle prove che verranno somministrate ai candidati. Per quanto riguarda la scuola dell'infanzia e primaria sembra essere oramai sicuro che vi sarà una prova preselettiva, essendo il numero potenzialedi candidati piuttosto alto; per quanto riguarda la scuola secondaria, sembra che essa non sia prevista.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Le altre due prove saranno le seguenti: una prova scritta, che sarà computer based e probabilmente valuterà la capacità di organizzare una lezione e, forse, la gestione di un caso concreto; una prova orale, che potrebbe essere della stessa tipologia di quelle presentate al concorso scuola 2012, dunque la preparazione di una lezione. Insomma, sembra che esse valuteranno maggiormente le competenze didattiche e pedagogiche che non le conoscenze disciplinari.

Per aggiornamenti sul concorso e il bando in imminente arrivo, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!