I lavoratori precoci scendono in piazza il prossimo sabato 21 novembre con una manifestazione organizzata dalla Fiom di Landini per sollecitare una soluzione al problema della pensione per chi ha cominciato a lavorare a 15-16 anni.

La legge di Stabilità 2016 non sembra essere portatrice di buone notizie per i lavoratori precoci in merito alle speranze di una pensione anticipata rispetto alle soglie fissate dalla legge Fornero e la battaglia si sposta dalle piazze virtuali dei gruppi Facebook a quelle reali sotto la regia del segretario della Fiom, Maurizio Landini, uno che di mobilitazioni se ne intende.

Le pensioni dei lavoratori precoci: Quota 41 di Damiano la sola soluzione

Dopo mesi di proposte più o meno ‘flessibili’ per dare la possibilità della pensione anticipata ai lavoratori precoci, le speranze erano tutte riposte negli emendamenti alla legge di Stabilità 2016 in discussione al Senato, ma il rinvio di tutte le proposte in materia pensionistica alla discussione della Camera, ha reso evidente che le intenzioni manifestate nelle scorse settimane da Renzi e da Padoan non erano solo annunci: della flessibilità in uscita se ne riparlerà nel 2016 e non solo per i lavoratori precoci.

E’ stato il segnale affinché i precoci, finora organizzati solo a livello di gruppi Facebook, rompessero gli indugi decidendo di aderire alla manifestazione organizzata dalla Fiom di Landini il 21 novembre a Roma per protestare contro le misure contenute e, a questo punto, non contenute, nella legge di Stabilità 2016.

Fra le numerose ipotesi di flessibilità, quella ‘adottata’ dai precoci è senza dubbio la Quota 41 proposta del presidente della Commissione Lavoro, Cesare Damiano, che consentirebbe ai lavoratori di andare in pensione, comunque, con 41 anni di contributi, a prescindere dall’età anagrafica .

La manifestazione del 21 novembre a Roma contro la legge di Stabilità 2016

I lavoratori precoci sono stati chiamati a raccolta attraverso il gruppo Facebook ‘Lavoratori precoci a tutela dei propri diritti’ e si uniranno alla manifestazione della Fiom contro la legge di Stabilità con un proprio spezzone di corteo. L’appuntamento è per sabato 21 novembre a Roma, quando nella capitale giungeranno almeno 200 pullman da tutta Italia per un corteo che partirà alle 9.30 da piazza della Repubblica verso piazza del Popolo.

Per i precoci sarà l’occasione per contarsi e scaldare i muscoli in vista del 2016, quando saranno chiamati ad una battaglia per l’approvazione di Quota 41 che si preannuncia dura e dall’esito incerto.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!