La Scuola italiana ha grossi problemi nonostante il Miur continui a concentrarsi sulla validità del progetto di riforma: a dirlo è il rapporto Ocse, che disegna un quadro triste del nostro sistema di istruzione. I dati presi in considerazione sono quelli degli anni tra il 2011 e il 2014. Uil Scuola riporta le negatività rilevate dal rapporto, che mette a confronto la nostra scuola con le medie europee:

  • gli stipendi dei docenti sono i più bassi dell'UE,

  • età media dei docenti molto alta,

  • gli investimenti nelle scuole pubbliche e private è di 1,3 % in meno rispetto la media UE,

  • lo stipendio del docente rispetto al lavoratore con qualifica equivalente è il 33% in meno,

  • il rapporto alunni-docenti è sopra la media europea.

Cosa ne pensa il Miur?

Alla presentazione del rapporto OCSE, il sottosegretario Toccafondi del Miur si è mostrato positivo, in quanto la riforma del Governo e la prossima legge di Stabilità serviranno proprio a risolvere questi problemi.

Ha parlato del nuovo sistema di valutazione introdotto e dei tre miliardi spesi per la scuola, che dovrebbero dimostrare l'avvio di un processo di miglioramento che darà maggiore autonomia alle scuole, agli insegnanti e alle università. La UIL però, non è d'accordo.

La riforma Miur risolve i problemi della scuola italiana?

Ma credere che la riforma del Miur stia per risolvere i problemi della scuola italiana non è verosimile. Pino Turi, segretario generale della Uil Scuola, ha posto l'attenzione sulla vera e propria "emergenza stipendiale", che anche con le risorse per il rinnovo del contratto non sarà risolta.

Ricordiamo che si tratta solo di 8 euro circa lorde. I problemi vecchi restano e a questi se ne aggiungono di nuovi, come quelli derivanti dall'immissione in ruolo dei docenti della fase Cdi quest'anno. Molti docenti della scuola secondaria di II grado si ritrovano a insegnare nelle scuole di I grado. Come si fa a valutare un docente che non esercita le sue competenze? "Si continuano a mettere pezze che sono peggio del buco" afferma Turi, che definisce la legge 107 irrealizzabile e ideologica.

Resta aggiornato sulla scuolacliccando il tasto Segui.

Segui la nostra pagina Facebook!