"Confermo che se sarà necessario faremo l'ottava salvaguardia per chiudere definitivamente questo capitolo. Infine, non serve lamentarsi perché il Governo non ha inserito una misura di flessibilità nella legge di stabilità: a questa scelta ha contribuito anche l'Inps con una valutazione dei costi della proposta del PD". Ad affermarlo è il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, in risposta alle recenti affermazioni rilasciate del Presidente dell'Inps Tito Boeri sulla mancanza di una misura strutturale in favore dell'uscita dal lavoro.

L'esponente della minoranza Dem sottolinea come i calcoli effettuati dall'istituto di previdenza in merito alle proprie proposte di tutela siano a suo avviso errati perché considerano "il 100% dei potenziali fruitori della norma". Uno scenario considerato come infondato e che però "ha contribuito a convincere il Governo a rimandare la norma".

Riforma pensioni 2015, indagine SWG Confesercenticonferma ipotesi della Commissione lavoro

Nel frattempo sul tema della flessibilità previdenziale arrivano interessanti dati di supporto grazie adun'indagine condotta da SWG per Confesercenti.

Secondo il campione dei soggetti intervistati, quasi il 50% dei lavoratori si dice disposto ad accettare un taglio sulla propria futura mensilità in cambio di un anticipo sulla data di pensionamento. "Per fortuna ci aiuta, oltre il buon senso, l'indagine di Confesercenti e di Swg, che ci spiega che soltanto il 49% degli interessati utilizzerebbe una flessibilità che prevede un taglio permanente dell'assegno" spiegal'On.Damiano.

Un dato che evidentemente fa riflettere sul fatto che solo una parte della platea dei potenziali beneficiari di una misura di prepensionamento darebbe effettivamente seguito alla propria uscita dal lavoro. Ma nonostante questi presupposti, sembra che la dialettica riguardante il tema della previdenza (ed in particolare delle salvaguardie), sia destinata a rimanere accesa ancora per lungo tempo.

Se lo desiderate, potete condividere le vostre idee e opinioni in merito alle dichiarazioni che vi abbiamo riportato tramite l'aggiunta di un nuovo commento in calce all'articolo.

Mentre per ricevere tutte le prossime notizie sulle pensioni vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto vicino al titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!