Si è svolto l'incontro al Miur per la definizione degli ambiti territoriali e della mobilità 2016/16. I sindacati, tra cui FLC CGIL, hanno riferito l'esito, indicando quali sono i criteri stabiliti dal Miur per gli ambiti e l'informativa sulla prossima mobilità. Quanto stabilito verrà inviato tramite una nota ai direttori scolastici regionali per quello che riguarda la loro competenza.

I criteri decisi dal Miur per gli ambiti territoriali

Per gli ambiti territoriali, riferisce FLC CGIL, i criteri stabiliti dal Miur sono i seguenti:

  • l'ambito sarà sub-provinciale;

  • non sarà composto da scuole di provincia o regione diversa;

  • dovrà contenere scuole del Ie del IIciclo;

  • le scuole saranno incluse nella loro interezza (sezioni staccate o altri plessi in altri comuni);

  • il numero degli alunni dell'ambito non deve superare 40mila, nella norma;

  • nelle aree metropolitane il numero degli alunni potrà arrivare a 60mila;

  • nelle aree a bassa densità il numero non deve essere inferiore a 22mila;

  • vi saranno eccezioni sui numeri, se motivate.

Informativa Miur sul contratto di mobilità 2016/2017

Le richieste dei sindacatipresentate al Miur in relazione alla mobilità 2016/17, hanno dato origine a questa informativa generale:

  • la mobilità sarà con cadenza annuale;

  • potranno richiedere la sede definitiva di Scuola nella seconda fase della mobilità, solo i docenti neo-assunti in fase 0 ed A e i titolari sul sostegno nel II grado (titolari DOS);

  • tutti gli altri potranno presentare domanda di mobilità, territoriale e professionale, per ambiti territoriali (alla mobilità professionale è riservata una quota del 30%);

  • i docenti assunti entro l'a.s. 2014/15 con priorità e poi anche gli assunti in fase B e C, solo provenienti dalle Graduatorie ad Esaurimento, possono partecipare alla mobilità straordinaria prevista dal comma 108 della legge 107, per tutti i posti e ambiti territoriali;

  • rimane il blocco triennale per la mobilità verso provincia diversa per i docenti assunti nelle fasi 0, A e da concorso in B o C.

Il Miur ha presentato un emendamento per prorogare l’assegnazione provvisoria interprovinciale per l’a.s.

2016/17 dei docenti assunti entro il 2014/15. Resta aggiornato sulla scuola cliccando il tasto Segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!