"Dobbiamo arrivare ad una revisione strutturale che permetta l'uscita anticipata dal lavoro rispetto alle limitazioni previste dalla Fornero": ad affermarlo è Francesco Paolo Capone dell'Unione generale del lavoro, in un'intervista rilasciata aFilippo Di Nardo per Kongnews. Sulla questione il sindacalista cita le proposte bypartisan ad opera di Renata Polverini e Cesare Damiano, ritenendo che sia corretto portarle avanti. Allo stesso tempo, propone di allargare la tematica anche alla creazione di un nuovo meccanismo di turn over, non solo in favore dei lavoratori in età avanzata ma anche di chi deve ancora trovare il primo impiego, per "incrementare le possibilità di occupazione giovanile".

Anche sul tema della pensione anticipata conopzione donna il sindacalista si esprime favorevolmente, ricordando il doppio lavoro svolto dentro e fuoricasa dalle destinatarie del provvedimento.

Riforma pensioni 2015-2016: Cgil, Cisl e Uil verso incontro il17 dicembre

Nel frattempo Cgil, Cisl e Uil si preparano all'incontro unitario previsto per il prossimo giovedì. Le tre sigle sindacali progettano una proposta di riforma che possa consentire la realizzazione di un sistema previdenziale e di welfare più equo.

L'idea di fondo consiste nel flessibilizzare l'accesso alla quiescenza in modo di favorire anche l'occupazione giovanile: "il primo problema è che bisognerebbe avere politiche che creino lavoro per i giovani, che ne stabilizzino il lavoro e che garantiscano salari e condizioni dignitose" spiega Vera Lamonica in rappresentanza della Cgil. "La previdenza è sempre lo specchio del mercato del lavoro" prosegue la sindacalista, ricordando che con l'attuale meccanismo di pensionamento basato sul contributivo puro i giovani i oggi otterranno l'uscita dal lavoro oltre i 70 anni di età.

Una prospettiva che pone seri interrogativi sulla futura coesione sociale nel Bel Paese. Con l'incontro previsto per il 17 dicembre, si punterà ad aprire una vera e propria vertenza sul tema della previdenza, in modo da concretizzare le idee appena esposte.

Come da nostra abitudine, vi ricordiamo la possibilità di condividere con gli altri lettori del sito le vostre idee e opinioni in merito alle dichiarazioni che vi abbiamo appena riportato.

Se invece desiderate restare aggiornati su tutte le prossime notizie riguardanti la riforma delle pensioni vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!