Mercoledì 16 dicembre 2015 si registrerà una nuova giornata all'insegna degli scioperi. Questa volta però, non saranno i dipendenti del settore dei trasporti ad incrociare le braccia, bensì una categoria altrettanto importante, quella dei medici, la cui protesta provocherà un'ampia ripercussione sui cittadini. Lo sciopero è stato indetto per sottolineare con maggiore forza la grande insoddisfazione del personale medico in merito alle lacune del servizio sanitario pubblico. L'attenzione del cittadino, tuttavia, sarà invece rivolta per la giornata del 16 dicembre alle prestazioni mediche, la gran parte delle quali ovviamente salterà.

Sciopero dei medici: data e motivi della nuova agitazione

L'insoddisfazione dei professionisti del ramo medico in merito al loro lavoro è cosa nota da diverso tempo. L'ultimo motivo che ha spinto la categoria a scendere in piazza riguarderebbe nello specifico il ripensamento da parte del governo sulle nuove assunzioni (circa seimila tra medici ed infermieri). Il prossimo mercoledì 16 dicembre, dunque, i medici aderiranno allo sciopero facendo sentire la loro voce al coro di 'Salvare il servizio sanitario'.

Uno slogan, ma anche un desiderio condiviso da circa 220 mila presenze previste, tra ospedalieri, medici ambulatoriali e di base supportati dalla federazione degli Ordini provinciali (Fnomceo).

Le motivazioni dello sciopero dei medici, indetto da varie sigle sindacali, sono da ricercare nei numerosi tagli alle prestazioni ai cittadini e nell'indifferenza del governo Renzi. Quello del 16 dicembre potrebbe essere solo il primo appuntamento che riunirà i medici nella speranza di far sentire la propria voce.

Se il governo non dovesse dare segnali, si prospettano altre due giornate di agitazioni in vista del nuovo anno.

In merito alle info utili sui possibili disagi che lo sciopero dei medici potrebbe riservare soprattutto ai cittadini, è stato previsto il rinvio di due milioni tra visite mediche ed esami programmati, mentre saranno circa 40 mila gli interventi chirurgici che salteranno nella giornata del 16 dicembre.

Tuttavia, la categoria scioperante ha comunque assicurato gli interventi urgenti e le prestazioni indispensabili, tranquillizzando gli utenti in merito ai buchi che inevitabilmente, nella giornata di mercoledì prossimo, si verranno a creare non solo negli ospedali ma anche nei vari ambulatori medici. Se desiderate restare informati sulle prossime giornate di scioperi o sul tema centrale di questo articolo, vi invitiamo a cliccare su 'Segui' sopra il titolo.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!