Il nuovo anno si apre con il rinnovo delle richieste da parte dei principali sindacati per l'avvio della flessibilità previdenziale, un obiettivo che è stato rimarcato lo scorso 17 novembre da Cgil, Cisl e Uil attraverso la creazione di una piattaforma unitaria di rappresentanza. Mentre resta fortemente critico il giudizio per ilmancato intervento del Governo sul tema dell'accesso alla previdenza, attraverso quella misura strutturale che si domanda a gran voce per i prossimi mesi e che resta attesa ormai da anni tra leprincipali richieste dei lavoratori in età avanzata.

"È mancata la volontà di ripensare il sistema in termini di equità, di riconsiderarlo per dare risposte agli effetti reali determinati nel mercato del lavoro dai recenti cambiamenti normativi" ha commentato a tal proposito la leader della Cgil Susanna Camusso. D'altra parte, la necessità di intervenire con urgenza per ripristinare il diritto al pensionamento non può essere rimandata ulteriormente: "è necessario riconoscere che il lavoro e l'aspettativa di vita non sono uguali per tutti".

Riforma pensioni, sindacati attendono una risposta chiara dall'esecutivo

Di uguale tenore è il commento delle altre due principali sigle sindacali. La Cisl si attende l'apertura di un confronto sulla riforma delle pensioni, "che è la peggiore d'Europa. È un dovere morale" spiega Annamaria Furlan in rappresentanza della propria sigla, sottolineando come "noi siamo pronti a discutere, ma vogliamo una proposta chiara dal Governo, che deve assumersi le sue responsabilità.

Basta con le ipotesi fumose e le promesse [...] Persino la Fornero critica la Fornero". La Uil ha invece evidenziato all'interno di un comunicato stampa risalente alla mattina di oggi come i dati diffusi dall'Istat "confermano l'assoluta necessità, insieme al ripristino della flessibilità in uscita, di affrontare il tema dell'adeguatezza dei trattamenti pensionistici". Secondo Proietti "il Governo ed il Parlamento devono dare immediata risposta a questo problema", al fine di garantire ai pensionati di fare fronte al futuro con serenità.

Come da nostra abitudine, rimaniamo a disposizione qualora desideriate condividere con gli altri lettori del sito le vostre idee e opinioni in merito alle dichiarazioni che vi abbiamo riportato all'interno del nostro articolo. Mentre perricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sul tema della previdenza vi ricordiamo di cliccare il comodo pulsante "segui" che trovate nella partealta della pagina, vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!