La questione della flessibilità sembra restare tra i nodi caldi della previdenza, nonostante le misure inserite nell'ultima parte dell'anno all'interno della legge di stabilità 2016. I lavoratori continuano infatti a sottolineare la necessità di un intervento strutturale nel settore, che possa finalmente flessibilizzare l'accesso all'Inps e rimediare alle tante situazioni di disagio createsi con l'irrigidimento dei requisiti di pensionamento previsto dalla riforma Fornero nell'ormai lontano 2011.

"Introdurre la flessibilità nel sistema previdenziale è una misura di modernizzazione che diminuisce il numero dei potenziali nuovi poveri" spiega il Presidente della Commissione lavoro alla Camera, da sempre in prima linea sul tema della riforma pensionistica, riferendosi al problema degli over 60 bloccati fuori dall'Inps. Un fenomeno che di fatto mette in difficoltà anche i giovani, che faticano a trovare un inserimento stabile nel mercato del lavoro anche in virtù del blocco avvenuto nel turn over.

Riforma pensioni,attesa per le decisioni del Governo

Sulla flessibilità in uscita resta comunque da capire in che modo vorrà agire il Governo, che già negli scorsi mesi aveva annunciato un intervento correttivo previsto per la prima parte dell'anno. "A Renzi dico: va bene andare avanti senza tentennamenti con le unioni civili e lo ius soli nel 2016, ma non dimentichiamo le pensioni", riferendosi al programma politico presentato all'interno delle cosiddette e-news.

È stato invece valutato come positivo il lavoro svolto nelle scorse settimane dalle parti sociali, che hanno ritrovato un'unione sindacale sia sulla questione del contratto tipo che sul tema previdenziale. Per l'On Damiano si tratta di un fatto da sottolineare, visto che "una pressione sindacale intelligente e tenace può aiutare la battaglia parlamentare sui temi sociali". Per capire in che modo si evolverà la situazione, non resta che attendere le prossime settimane.

E voi, come valutate le ultime notizie che vi abbiamo riportato in tema di previdenza? Se lo desiderate, potete farciconoscere la vostra opinione aggiungendo un nuovo commento in calce all'articolo, mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sul tema della riforma pensionistica vi ricordiamo la possibilità di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!