A pochi giorni dall'inizio del 2016 arrivano le prime prese di posizionesull'avvio delle discussioni riguardanti la prossima riforma previdenziale, così come si evince dalle ultime dichiarazioni del Presidente della Commissione lavoro alla Camera Casare Damiano. "Il vice Ministro Morando ha confermato che il Governo affronterà il tema della flessibilità delle Pensioni nel corso dell'anno. Questo è positivo e conferma la promessa di Renzi" ha sottolineato l'esponente della minoranza Dem, specificando di pensare a dei nuovi meccanismi di uscita dal lavoro.

"Il riferimento è a forme ulteriori di flessibilità, rispetto a quelle previste oggi". Ricordiamo che restano ancora moltiilavoratori da salvaguardare, nonostante i passi in avanti compiuti con la nuova legge di stabilità. A partire dai lavoratori precoci fino agli esodati ed ai disoccupati in età avanzata, che non sono rientrati tra le tutele della settima salvaguardia.

Pensioni flessibili, sistema assurdo crea disoccupati e costringe i lavoratori

Per quanto concerne il lavoro che dovrà essere portato avanti durante l'anno, si tratta di "introdurre una salutare innovazione.

Le condizioni ci sono: i parlamentari del PD della Commissione lavoro hanno già depositato una proposta di legge attualmente incardinata ed in discussione". Si tratta della cosiddetta quota 97, che permetterebbe l'ingresso nell'Inps con quattro anni di anticipo a patto di accettare una riduzione di circa il 2% sulla mensilità erogata. L'On Damiano si dice pronto ad aprire un confronto con l'esecutivo, anche perché secondo l'ex Ministro del lavoro sarebbe possibile realizzare un'apertura ai prepensionamenti a costo zero per le casse pubbliche.

Mentre l'attuale blocco risulta doppiamente penalizzante per il mercato del lavoro, creando una situazione "assurda" visto che il "sistema costringe i lavoratori a restare in attività quasi fino a 67 anni, mentre i giovani sono disoccupati".

E voi, cosa pensate delle ultime dichiarazioni che vi abbiamo riportato nel nostro nuovo articolo? Fateci conoscere il vostro riscontro tramite l'aggiunta di uncommento nel sito, mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sul tema della previdenza vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!