Da quando Indire 2016 è stata attivata, i docenti hanno potuto prendere familiarità con l'ambiente di cui si compone ossia: il portfolio e i questionari. Il primo passo che i docenti andranno a compiere sarà la digitalizzazione del Bilancio delle Competenze, dopo di ciò essi dovranno compilare il curriculum formativo.Il curriculum formativo sarà parte integrante della documentazione che deve essere consegnata alcomitato di valutazione per la discussione finale.

Il curriculum formativo: quali le finalità

Il curriculum formativo èuna delle tre sezioni del Portfolio e vi guida alla descrizione di esperienze del passato che ritenete siano state significative per la vostra formazione professionale. Nella compilazione del curriculum formativo vanno inserite un massimo di cinque esperienze (sperimentazioni di metodologie, corsi di aggiornamento, formazione familiare, al fine difare emergere il docente “riflessivo”), compilando per ogni esperienza i sei campi previsti sulla piattaforma.

La scelta delle esperienze va effettuata tra quelle che hanno inciso in modo significativo sullavostra formazione e sulle vostre competenze nell'attività di docente. Vorremmo, infine, ricordarvi le altre fasi dell'anno di prova e formazione dei neoassunti:

  • incontroformativo: con il finedi illustrare le modalità generali del percorso di formazione;
  • laboratori formativi: con il finedi potenziare le competenze trasversali e approfondire conoscenze specifiche del docente;
  • osservazione tra pari: con il finedi sviluppare competenze sulla conduzione della classe e sulle attività d’insegnamento, sul sostegno alla motivazione degli allievi ecc;
  • formazione online: con il fine distimolare l’analisi e la riflessione sul percorso formativo del docente neoassuntoe raccogliere feedback.

Alla fine dell'anno di prova e formazione i docenti dovranno dimostrare di aver migliorato la propria professionalità nelle diverse dimensioni analizzate ed essere capacidi padroneggiare la “scena della classe” in termini di qualità del clima sociale e relazionale e del carattere inclusivo della didattica.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!