I docenti precari stanno cercando in ogni modo di bloccare le procedure del concorso Scuola 2016 e le strade intraprese in questo senso sono molteplici: da un lato, si cercano i profili di incostituzionalità per impugnare i bandi e bloccarne lo svolgimento, dall'altro, attraverso petizioni e boicottaggi (anche da parte dei docenti di ruolo), si cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica e il governo Renzi. Nel frattempo, però, occorre comunque chiarire una serie di questioni riguardanti proprio il concorso: al centro della nostra discussione sono i punteggi e le prove e il nodo molto discusso della valutazione, la quale sembra poter essere difficilmente oggettiva e si temono dunque pratiche di correzione poco 'corrette'.

I punteggi e le prove del concorso scuola 2016

Ecco, allora, uno schema su come saranno le prove e quali i punteggi per il concorso scuola 2016, partendo dal presupposto che le Commissioni avranno al massimo 100 punti di cui disporre tra prova scritta, prova orale e punteggi aggiuntivi:

  • per la prova scritta, i punti a disposizione sono 40 e possono essere distribuiti in questo modo: le 6 domande in italiano avranno un punteggio compreso tra 0 e 5.5, mentre per le 2 domande in lingua tra 0 e 3.5 (ogni quesito avrà cinque 'sottoquesiti' e ogni risposta esatta varrà 0.7 punti); per le cdc in lingua straniera, le domande saranno tutte ovviamente in lingua e ognuna varrà da 0 a 5 punti – il tempo a disposizione sarà di 150 minuti e la prova sarà superata se il candidato raggiunge 28 punti
  • per la prova orale, i punti a disposizione sono 40: il candidato dovrà dimostrare le proprie competenze professionali mediante la simulazione di una lezione, all'interno della quale si darà spazio anche a una discussione sugli strumenti didattici e metodologici che si sono prescelti; il tempo a disposizione sarà di 45 minuti di cui 35 per la simulazione e 10 minuti di colloquio con la Commissione ,all'interno del quale si dovrà dimostrare la competenza linguistica nella conversazione al livello B2 – la prova sarà superata se il candidato raggiunge 28 punti.

Il 'nodo' della valutazione del concorso scuola 2016

Tra le varie critiche che sono piovute per quanto riguarda l'organizzazione del concorso scuola 2016, una delle più rilevanti riguarda proprio il nodo della 'valutazione': molti docenti precari si chiedono come potrà essere svolta in maniera oggettiva, dal momento che si tratta di quesiti che dovranno valutare la capacità di intervento didattico – a partire dalla libertà d'insegnamento, come si potrà valutare un intervento 'migliore' dell'altro?

La questione non è di poco conto: in questo concorso, decine di migliaia di precari si giocano il futuro e il pericolo di illegalità, in un paese come l'Italia, è sentito molto forte da parte degli aspiranti candidati. Per aggiornamenti sulla mobilitazione e le proteste, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!