Alcuni docenti hanno inviato la propria candidatura per partecipare al concorso Scuola 2016. La partecipazione comporta infatti l'assunzione tramite un contratto a tempo indeterminato. Sono sorte, però, due problematiche che possono portare il Miur a non accettare alcune delle candidature pervenute tramite il sito Istanze on line. Il primo motivo è da ricercare in una male gestita situazione da parte degli aspiranti candidati stessi: a causa di una procedura errata essi hanno cancellato la propria candidatura.

Il secondo motivo è da ricercare nell'avvenuto pagamento della tassa di partecipazione, corrispondente a 10 euro. Se quest'ultimo fosse pervenuto in ritardo o non pervenuto affatto a causa di un disguido di carattere pratico (su quest'ultimo il Miur deve ancora pronunciarsi).

Concorso a cattedra 2016: problemi tecnici?

Il concorso scuola 2016 consta la partecipazione di oltre 165 mila aspiranti docenti che concorrono per soli 63.712 posizioni disponibili.

Un numero di forte spareggio, ma i partecipanti sono comunque molti meno di quanti preventivati dal ministro Giannini. E' possibile che alcuni candidati abbiamo per sbaglio eliminato la propria candidatura. Come è possibile ciò? Alcuni docenti hanno compilato al propria domanda di adesione appena è stato disposto l'accesso alla piattaforma Istanze on line. Successivamente gli stessi docenti sono rientrati e proprio profilo per prendere visione della propria domanda di adesione al fine di effettuare controlli.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Essi non hanno però cliccato sul tasto "visualizza", ma sul tasto modifica. Questa svista ha reso non più valida la domanda inviata e così centinaia di candidature sono state annullate in automatico. In seguito alle candidature annullate il sito Istanze online avrebbe dovuto inoltrare una mail di presa visione del ritiro della domanda di adesione. Ciò non si è verificato in tutti i casi poiché il sito stesso è oggetto malfunzionamenti.

Non è possibile sapere al momento se il Miur intenda agire in qualche modo a favore dei docenti che hanno riscontrato tali problematiche sulla piattaforma. Il secondo motivo che porta a contare un discreto numero di alcune candidature annullate è ricercarsi nell'avvenuto ritardo del pagamento della tassa di partecipazione al concorso scuola 2016 o della penuria del medesimo. Alcuni docenti hanno corrisposto l'importo indicato come tassa di partecipazione al concorso docenti 2016 ma questo non è stato ricevuto dal Miur.

Questo qui pro quo si è verificato perché l'Iban fornito era errato. La notifica di pagamento presso un Iban non corretto è avvenuta oltre il 30 marzo. I candidati non hanno più così potuto porre rimedio e le loro candidature sono state annullate. Queste ultime trovano motivo della loro esistenza anche nel pagamento avvenuto oltre la data indicata, seppure l'Iban fornito dagli aspiranti candidati fosse corretto.

Anche in questo caso non è possibile sapere, per il momento, se il Miur intenda agire in proposito.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto