Il concorso docenti 2016 è in pieno svolgimento così come previsto dal calendario delle prove scritte pubblicato lo scorso 12 aprile sulla Gazzetta Ufficiale. Le prime prove scritte hanno preso inizio lo scorso giovedì 28 aprile, per poi proseguire nella giornata di ieri 2 maggio, dove si sono tenute le prove d'italiano degli ambiti AD4 e AD8 ed oggi martedì 3 maggio sono in corso le prove delle classi di concorso di arte (turno mattutino) e classi di concorso B11 (laboratorio di scienze tecnologiche agrarie) e A47 (scienze e matematiche applicate).

Vediamo nel dettaglio quali sono stati i commenti dei candidati alle prime prove scritte.

Critiche e commenti delle prime prove scritte

In entrambi le prime prove sostenute,i candidati hanno parlato dell'assenza di quesiti sulle avvertenze generali ed hannolamentatola mancanza di tempo sufficiente per rispondere bene alle domande (che hanno posto la didattica al centro); inoltre, le domande di lingua sembrano essere abbastanza semplici. In merito alla mancanza di tempo per rispondere alle domande (la programmazione di un'attività didattica non può essere svolta in 18 minuti) vorremmo riportarvi uno dei tanti accesi commenti dei concorrenti al concorso, che ha attirato la nostra attenzione:

  • Chi ha pensato a queste domande non ha mai insegnato in una Scuola... nemmeno il ministro e i suoi super tecnici sarebbero in grado di rispondere in 18 minuti a quelle domande. Come si può pensare di selezionare dei docenti in questa assurda maniera? Come si può pensare che un bravo docente programmi in 18 minuti delle attività scolastiche? Siamo arrivati alla scuola fast food...;

La risposta a queste critiche è data dal Ministro Stefania Giannini che ha affermato che i nuoviassunti devono essere in grado di selezionare, dalla propria materia, i problemi, i metodi disciplinari, gli argomenti più funzionali al traguardo comune e confezionare materiale didattico.E oggi come sarà andata? Quali saranno state le domande? Continuate a seguirci premendo il tasto segui.